Tennis Tavolo Giovanile; a Lignano il torneo internazionale “Italian Junior e Cadet”: c’è anche l’ennese Daniele Spagnolo

Fonte: Fitet.org
I migliori talenti del panorama internazionale giovanile si daranno appuntamento a Lignano Sabbiadoro, per la disputa dell’Italian Junior & Cadet Open, organizzato dalla Federazione Italiana Tennistavolo, sotto l’egida dell’Ittf e con il patrocinio della Città di Lignano Sabbiadoro e della Regione Friuli Venezia Giulia. Il torneo si svolgerà all’interno del Villaggio Ge.Tur. da mercoledì 8 a domenica 12 marzo. Vi parteciperanno 303 atleti di 36 Paesi: 36 nella categoria Hopes (nati a partire dall’1 gennaio 2004), 135 cadetti e 132 juniores. I ragazzi saranno 157 e le ragazze 146.

«L’Open d’Italia – spiega il presidente della FITeT Renato Di Napoli – l’anno scorso è stato il terzo evento del circuito mondiale come numero di partecipanti. Rappresenta un appuntamento molto atteso e le moltissime iscrizioni raccolte anche questa volta ne sono la conferma. Vedremo all’opera alcune delle migliori espressioni del movimento pongistico internazionale e per i nostri atleti e i tecnici il confronto con le altre nazioni sarà un banco di prova importante per capire il nostro posizionamento rispetto alla concorrenza». Per il direttore tecnico giovanile Matteo Quarantelli «la partecipazione a questo Open sarà per i più giovani un’occasione significativa di verifica del lavoro svolto durante gli stage organizzati nelle varie Regioni nell’ambito del Progetto Italia, che ha già avuto un momento di sintesi non agonistica in occasione del Campus Invernale di fine anno, effettuato proprio a Lignano».

I protagonisti arriveranno da Algeria (1), Australia (1), Austria (5), Belgio (8), Bielorussia (6), Bosnia-Erzegovina (6), Bulgaria (4), Croazia (15), Finlandia (1), Francia (7), Galles (2), Germania (8), Grecia (7), Inghilterra (1), Italia (60), Messico (2), Moldavia (7), Norvegia (2), Olanda (2), Polonia (1), Portogallo (12), Portorico (1), Qatar (4), Repubblica Ceca (14), Repubblica di San Marino (4), Romania (16), Serbia (15), Slovacchia (13), Slovenia (24), Spagna (15), Stati Uniti (2), Svezia (1), Svizzera (6), Thailandia (2), Tunisia (8) e Ungheria (20).

La squadra azzurra sarà composta da:

– 15 juniores: Antonino Amato, Nicola Bemi, Matteo Cerza, Marcella Delasa, Simona Ettari, Daniel Ruben Gaybakyan, Sofia Mescieri, Matteo Mutti, Martina Nino, Gabriele Piciulin, Daniele Pinto, Jessica Ramazzini, Carlo Rossi, Sofia Sfameni, Michele Vigini;

– 23 cadetti: Elisa Armanini, Arianna Barani, Lisa Bressan, Marco Antonio Cappuccio, Alessandro Cicchitti, Luigi Coletta, Bianca Cornaggia, Teresa D’Ercole, Irene Favaretto, Tommaso Maria Giovannetti, Matteo Gualdi, Jamila Laurenti, Juri Moser, John Michael Oyebode, Francesco Palmieri, Shasa Pellizzon, Andrea Puppo, Valentina Roncallo, Gaia Smargiassi, Simone Sofia, Mariano Goffredo Trifirò, Chiara Visentin ed Evelyn Vivarelli;

– 22 Hopes: Giacomo Allegranza, Caterina Angeli, Nicole Arlia, Giovanni Balduin, Beatrice Berzano, Giuseppe Calarco, Miriam Benedetta Carnovale, Anastasia De Costanzo, Francesco Gamba, Andrea Giai, Lorenzo Mariani, Alessandro Mazza, Giulia Palmisano, Lorenzo Pozzoni, Chiara Rensi, Attilio Serti, Daniele Antonio Spagnolo, Giorgia Sulis, Elettra Valenti, Federico Vallino Costassa, Giulia Varveri e Chiara Zanetta. Gli atleti saranno guidati dai tecnici Antonio Gigliotti, Lorenzo Nannoni, Sebastiano Petracca, Valentino Piacentini, Giuseppe Del Rosso, Domenico Ferrara, Umberto Giardina, Massimiliano Mondello e Rossella Scardigno, coordinati dal direttore tecnico Patrizio Deniso e dal direttore tecnico dell’attività giovanile Matteo Quarantelli.

Nel 2016 l’Italia ha vinto due medaglie d’oro con Carlo Rossi, nel singolare e nel doppio cadetti, in coppia con il russo Lev Katsman, una d’argento con la squadra cadetti, composta da Rossi, John Michael Oyebode , Simone Sofia e Tommaso Giovannetti, e sei di bronzo, con Matteo Mutti nel singolare juniores, Veronica Mosconi nel doppio juniores, con la serba Izabela Lupulesku, ed Elena Thai Kim Lan, Chiara Rensi, Leonardo Bassi e Riccardo Varone nei singolari Hopes.

Visite: 499

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI