Teatro: al Fantasio Festival di Trento vince l’armerino Andrea Saitta

FANTASIO 2017 – VINCE IL SICILIANO ANDREA SAITTA

Giovedì 23 e venerdì 24 novembre al Teatro di Villazzano (Trento) si sono svolte le finali del Festival Internazionale di Regia Teatrale Fantasio

Mirandolina, la bella locandiera di Goldoni ha riaperto il sipario su Fantasio, 18esima edizione, nel nuovo teatro di Villazzano. Il regolamento è semplice: otto registi, uno stesso testo, La Locandiera appunto, scoperto solo pochi giorni prima della residenza, gruppi di lavoro formati a sorteggio, 15 minuti di tempo per mettere in scena una propria internpretazione del primo atto. Due serate del ritmo agile, condotte con misure e puntualità dal direttore artistico del festival Mirko Corradini, che hanno messo alla prova le tre giurie chiamate a proclamare il proprio vincitore: la giuria tecnica composta da Marco Bernardi, Carolina Della Calle Casanova, Stefano Marafante, Valentina Carbonara e Roberto Rinaldi, la giuria giovani e quella del pubblico. Gli otto registi avevano appunto 15 minuti per mettere in scena una propria lettura del medesimo testo tratto dall’opera goldoniana, affiancati da attori che si sono prestati per il relativo allestimento. Giovedì si sono esibiti Giancarlo Nicoletti, Felice Panico, Saverio Tavano e Edward Wilson. Venerdì Azadeh Ahmadian, Federica Amatuccio, Andrea Saitta e Alessandro Anil Biswas. Un confronto interessante con belle intuizioni, scavato anche nel sottotesto e originale per le variegate scelte artistiche. Ha vinto Andrea Saitta con il suo lavoro la Locandiera –Esprit de pomme de terre (ad interpretarlo Roberta Lionetti, Norman Quaglierini e Giuseppe Palasciano); al vincitore vanno 1.500€ e la possibilità di vedere realizzato in forma completa il proprio allestimento. Questa la motivazione della giuria tecnica: “efficace restituzione del ruolo di mirandolina, creando un’innovativa contaminazione di codici espressivi diversi e originale. Si rileva un accurato lavoro di direzione con gli attori che hanno mantenuto sempre un ritmo sostenuto e costante per tutta la durata della performance. Una creazione intelligente nel rappresentare il testo goldoniano con una cifra personale che ha saputo evocare l’atmosfera della commedia lavorando in sottrazione di elementi scenografici e con l’utilizzo minimo delle parole”. Di parere concorde anche la giuria dei giovani che motivano così la loro scelta: “per un’idea registica originale, ricca di elementi di grande creatività, coerente col testo. Per l’utilizzo attento e convincente nella valorizzazione degli attori, ha reso con una essenzialità capace di riempire la scena, lo spirito della Locandiera”. Il pubblico ha invece votato per Saverio Tavano (attrici in scena Emilia Bonomi e Valeria La Bua) con una media di 8,72. Due serate di buon teatro seguite da un pubblico caldo di applausi a conferma che questo Fantasio merita di continuare a credere al suo obiettivo primario: puntare alla qualità, creando occasioni per tanti giovani preparati e motivati.

Andrea Saitta Andrea Saitta nasce a Piazza Armerina il 19 febbraio 1983 e vive ad Enna fino all’età di 19. È un regista, attore, insegnante di teatro e cantante. Fin da piccolo si appassiona al canto e all’arte in generale, studia pianoforte e canto per 5 anni per poi passare allo studio della batteria. All’età di 14 anni si avvicina alla fotografia e inizia a scattare con una vecchia 6×6 donatagli da suo padre, nel frattempo inizia a coltivare la passione per il teatro (che diventerà il suo lavoro). Dopo il trasferimento a Palermo dove frequenta e si laurea in scienze e tecnologie dello spettacolo, inizia a formarsi e a lavorare nella compagnia del Teatro Stabile d’Innovazione Siciliana “Teatro Libero”. Dirige prima la compagnia “Tanto di Cappello” con la quale realizza lo spettacolo “Emi-grati o Emi-in-grati o Fate voi…” vincendo il Festival International des Arts de la Scène de l’Artois (Francia), successivamente dirige la compagnia “Sgumbbicio Clown Theater” con cui realizza vari spettacoli tra cui “Anormale Histoire” con cui vince il premio del pubblico nel Festival Internazionale di Teatro di St. Andreè (Francia). La sua formazione teatrale vanta la collaborazione con maestri internazionali del teatro, del mimo e della clownerie tra cui: Jango Edwards, Johnny Melville, Emmanuel Gallot Lavallè, Rita Pelusio, Sandro Berti, Andrea Kaemmerle ecc… Da sempre appasionato di fotografia e video fonda con gli amici Gaetano Basile e Pietro Vaglica nel 2013 L’Associazione Allunaggio, con cui produce i suoi spettacoli e vari cortometraggi che partecipano ad alcuni festival intenazionali del cinema (Salento Film Festival) e vari videoclip per artisti nazionali.

Visite: 727

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI