Stipulata la convenzione tra Università di Catania, Comune e IRCCS Oasi Maria di Troina: nella cittadina ennese nascerà un corso di laurea triennale in Terapia occupazionale

Unict, attivato il Forum delle disabilità
Stipulata la convenzione tra Università di Catania, Comune e IRCCS Oasi Maria di Troina: nella cittadina ennese nascerà un corso di laurea triennale in Terapia occupazionale

Un forum per identificare le tematiche della disabilità nell’ottica di un’evoluzione del rapporto tra le persone disabili e la società che vede i propri cardini etici sottoposti a crescenti tensioni e a tendenze evolutive spinte dal progresso tecnologico e dalla globalizzazione.
Sono gli obiettivi principali del “Forum delle disabilità” che è stato attivato, grazie alla stipula di una convenzione, dall’Università di Catania, dal Comune di Troina e dall’IRCCS Oasi Santissima Maria di Troina, nel corso della riunione istitutiva che si è tenuta nei locali della Torre Biologica dell’Ateneo catanese.
A sottoscriverla il rettore Francesco Basile, il sindaco di Troina Sebastiano Venezia e il presidente dell’IRCCS padre Silvio Rotondo alla presenza del direttore del dipartimento Biometec Filippo Drago, del dirigente del Comune Gabriele Caputo, dei rappresentanti dell’IRCCS – il vicepresidente Gaetana Ruberto, il direttore scientifico Raffaele Ferri, il direttore amministrativo Arturo Caranna e il direttore sanitario Michelangelo Condorelli – e dei componenti del Comitato scientifico.
Nell’ambito della convenzione sarà attivato un corso di laurea triennale in “Terapia occupazionale”, sostenuto dall’IRCCS Oasi Maria SS. di Troina e dal prossimo anno accademico (2018-2019) e, con il sostegno economico del Comune e dell’IRCCS di Troina, anche due borse di ricerca della durata di un anno.
“Il Forum rappresenta un’occasione per stringere una collaborazione ancor più stretta con l’Oasi di Troina importante sia per la formazione dei nostri studenti, sia per il territorio etneo e ennese, nell’ambito della terza missione dell’Ateneo, su una tematica complessa come quella della disabilità con l’obiettivo di far sì che anche i diversamente abili abbiano gli stessi diritti e libertà fondamentali così come previsti dalla Convenzione Onu del 2006 e dalla nostra Costituzione – ha spiegato il rettore -. Dobbiamo migliorare, grazie anche al Forum, i processi di integrazione nella società e far sì che l’IRCCS rappresenti un punto di riferimento per Catania e Enna e anche per l’intero territorio regionale e non solo. L’Università di Catania, in questo campo, è avanti rispetto ad altri atenei grazie anche al Centro per l’Integrazione Attiva e Partecipata che si occupa di sostenere e coordinare i servizi e le iniziative per migliorare la qualità di vita degli studenti in situazione di svantaggio”.
Sulla stessa linea il prof. Filippo Drago, direttore di Biometec, che ha sottolineato come “grazie al Forum sarà possibile superare gli attuali limiti territoriali della nostra regione su una tematica così importante che impone alle istituzioni di rispondere anche con interventi di carattere fortemente etico alle esigenze della disabilità promuovendo e assecondando la naturale tendenza dei singoli”. “Non a caso il Comitato scientifico è suddiviso in tre aree, giuridica, bio-medica e psico-socio-economica, proprio per sviluppare i tre settori di interesse con la produzione di documenti che saranno poi discussi nel corso di un convegno internazionale sulla disabilità” ha concluso il prof. Drago ricordando, nel suo intervento, l’opera di padre Luigi Ferlauto, fondatore dell’IRCCS.
“Finalmente, dopo mesi di incontri e riunioni, si concretizza un grande sogno del fondatore dell’Oasi e un importante progetto per la nostra comunità e per l’Istituto – ha dichiarato il sindaco Fabio Venezia. Ci sono tutte le condizioni per far diventare Troina una cittadella universitaria sul modello di Urbino, con importanti e positive ricadute sul territorio e sulle attività scientifiche dell’Oasi. Il corso di laurea in Terapia Occupazionale inoltre, unico da Chieti in giù, porterà la formazione universitaria di una figura molto richiesta sul mercato del lavoro che potrà avvalersi di una struttura importante e prestigiosa come l’Oasi di Troina. Un grazie sentito al Rettore dell’ateneo catanese prof. Francesco Basile e al Direttore del Dipartimento di Scienze biomediche e biotecnologiche prof. Filippo Drago”.
A seguire sono intervenuti padre Silvio Rotondo, il quale ha detto “che la sottoscrizione della convenzione e l’avvio del Forum sono i primi passi verso la realizzazione di un grande sogno di padre Ferlauto. Un piccolo centro del mondo che si specializza in un segmento particolare, quella della disabilità, che viene studiata e conosciuta, ove vi possono anche confluire tutta una serie di attività culturali e artistiche. In questo contesto inoltre la sinergia con l’Università di Catania diventa importante”.
Il Comitato scientifico del Forum delle disabilità è composto da 12 docenti dell’Ateneo di Catania che si occuperanno dell’area giuridica (Salvatore Aleo, Salvatore Amato, Orazio Condorelli e Felice Giuffrè), dell’area bio-medica (Eugenio Aguglia, Matteo Cioni, Filippo Drago e Giovanni Pennisi) e dell’area psico-socio-economica (Maurizio Caserta, Santo Di Nuovo, Matteo Negro e Massimo Oliveri).

Visite: 182

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI