Stamattina all’autodromo di Pergusa la presentazione dell’automobile a propulsione solare

Non poteva esserci luogo più “santo” per antonomasia dell’automobilismo siciliano come l’autodromo di Pergusa quello prescelto per il “battesimo” oggi della “Archimede Solars Car”, la prima macchina propulsione solare e realizzata con materiale “Low Cost”. Il progetto è nato a un idea di Enzo Di Bella, tecnico del suono siracusano, appassionato di automobili da corsa, che grazie all’aiuto degli amici dell’associazione “FuturoSolare Onlus” e, successivamente, di un gruppo di laureandi ingegneri meccanici dell’Università di Catania e di tecnici informatici, elettronici e di web designer, riesce a realizzare questo piccolo miracolo ecologico “made in Sicily”.Il progetto è stato portato avanti grazie all’autossazione degli ideatori e agli sponsor vi che hanno creduto, fornendo le tecnologie e i materiali necessari, tanto che ormai non si tratta più di una scommessa, ma di una realtà che ha già ricevuto l’invito a partecipare a tre competizioni internazionali in Australia, Marocco e Cile. La prima uscita della Solar Cup ha avuto in interessante prologo ieri mattina con l’esposizione a Enna alta in pizza Vittorio Emanuele dalle 10,30 mentre stamattina a Pergusa la presentazione ufficiale ed i primi test su pista. Contestualmente sarà avviata ‘iniziativa online di raccolta fondi per lo sviluppo della progettazione e dell’innovazione sul prototipo. Per maggiori informazioni consultare il sito www.futurosolare.com. La solar car è, interamente alimentata ad energia solare, percorre cento chilometri orari a zero emissioni «La macchina – spiega Di Bella – funziona con un principio semplice, il sole trasformato in energia elettrica dalle celle fotovoltaiche ricaricano un pacco di batteria che poi alimenta il motore».

Visite: 635

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI