Siciliantica, strano furto al castello di Campofelice di Roccella

Brutta sorpresa ieri pomeriggio intorno le 15 al Castello di Roccella a Campofelice.

Come ogni domenica i volontari di SiciliAntica sono andati per aprire al pubblico il Castello di Roccella, ma non hanno più trovato la fioriera che era stata posta all’ingresso con gli orari e i contatti utili per i visitatori.

La cosa ha colto di sorpresa soprattutto per il fatto che non è stata rubata così com’era ma, prima di andar via, gli ignoti responsabili del gesto hanno smontato i pannelli che erano applicati alla pesante struttura in ferro, strappato i fogli con i nuovi orari invernali ad essi incollati così come le due bande orizzontali al di sotto del pannello.

Sembrerebbe più normale portar via in fretta e furia l’oggetto per poi smontarlo con calma altrove per dare il meno possibile nell’occhio se fosse possibile, visto che dovevano essere almeno due persone con un furgoncino o una moto ape. Per di più hanno dovuto scavalcare la catena posta all’ingresso.

Non è l’ultimo atto che negli ultimi tempi viene messo all’opera presso il Castello. Già due settimane fa qualcuno aveva tentato di forzare il lucchetto all’ingresso, non si capisce bene con quale intenzione.

“Avvisati prontamente dai componenti di SiciliAntica – ha dichiarato il sindaco di Campofelice di Roccella Massimo Battaglia – abbiamo provveduto a presentare formale denuncia ai carabinieri così come avevamo fatto per il lucchetto. Non riusciamo a comprendere quali possano essere le motivazioni di tali azioni”.

Sono azioni che lasciano l’amaro in bocca. Nel 2010 il Castello era stato al centro di un atto intimidatorio: ignoti si erano introdotti al suo interno da una delle finestre e aveva appiccato il fuoco a un tavolo, una sedia e al materiale informativo custoditi al suo interno.

“E’ l’azione di qualche buontempone – si chiede il presidente dell’Associazione Domenica Barbera – o ci sono altri motivi che noi non sappiamo? Quali possono essere le ragioni che spingono ignoti a portar via una struttura in ferro non prima però di aver smontato e lasciato sulla strada i pannelli e le altre parti ad essa applicata?”.

L’associazione, che a maggio ha firmato una convenzione con il comune proprio per la valorizzazione del Castello, non demorde e sta lavorando instancabilmente all’organizzazione di attività e iniziative che si svolgeranno all’interno del bene monumentale di Campofelice di Roccella. In programma importanti iniziative già per le prossime settimane, oltre a un corso di arte e cultura che inizierà a partire dal prossimo gennaio e di cui presto verrà data notizia.

Visite: 491

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI