Sicilia, Sgarbi chiama Mori e De Donno.

Sicilia, Sgarbi chiama Mori e De Donno.

> Mercoledì 17 gennaio all’Ars l’incontro con i due carabinieri

> e la proiezione del “docufilm” di Ambrogio Crespi

> Iniziativa dell’assessore in collaborazione con il Presidente dell’Ars

>

> PALERMO – Mercoledì 17 gennaio, alle 11,00, su iniziativa di Vittorio Sgarbi, assessore regionale dei beni culturali della Regione Siciliana, e in collaborazione con il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè, nella Sala Mattarella di Palazzo dei Normanni, sede dell’Assemblea regionale siciliana, sarà proiettato il “docufilm” dal titolo «Generale Mori – Un’Italia a testa alta» di Ambrogio Crespi.

> La proiezione sarà preceduta da un incontro al quale, oltre a Sgarbi e Miccichè, saranno presenti il Generale Mario Mori e il Colonnello Giuseppe De Donno.

>

> «Generale Mori – Un’Italia a testa alta» di Ambrogio Crespi.

> Sinossi:

> La storia italiana degli ultimi cinquant’anni raccontata da un uomo che l’ha vissuta da protagonista. Lo sguardo di chi oggi ha 18 anni e questa storia la conosce poco.

> Momenti drammatici: il Generale Dalla Chiesa, Aldo Moro, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, fratture nella coscienza civile di un intero paese raccontate per la prima volta da chi è sempre stato in prima fila nella lotta al terrorismo e alle mafie, lontano da visioni ideologiche sempre e comunque dalla parte dello Stato e delle Istituzioni. Comandante del IV battaglione di Padova fino al comando dei R.O.S, Prefetto e direttore del Sisde, Mori viene raccontato come mai prima d’ora da chi si definiva un suo nemico e dagli amici che ancora oggi lo chiamano “Comandante Unico”

> Il tratto umano, il racconto rigoroso ancorato nella memoria svela un punto di vista sorprendente carico di emozioni e rivelazioni.

Visite: 221

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI