Scout, dal 23 al 25 aprile poco meno di 2 “lupetti” invaderanno Palermo

Da sabato 23 a lunedì 25 aprile Palermo sarà “invasa” da migliaia di scout. Arriveranno infatti nel capoluogo da tutta la Sicilia 1835 lupetti e coccinelle (bambini e bambine dell’età di 11/12 anni scout AGESCI Sicilia), oltre ai loro capi educatori adulti scout, per partecipare al Cda regionale (il Consiglio degli anziani che riunisce i lupetti e le coccinelle più grandi), avente come tema “Sotto la stessa legge”, un modo per educare i piccoli scout al rispetto delle regole. I partecipanti nella tre giorni palermitana giocheranno insieme, imparando il rispetto delle regole, della legge, mediante l’esempio di “testimoni” d’eccezione: le vittime di mafia, che hanno sacrificato la loro vita proprio per il rispetto della legge ed in nome di essa. I bambini e le bambine AGESCI, infatti, con il gioco e le attività tipiche scout impareranno “a fare come” Falcone, Borsellino, Costa, La Torre, Impastato…, cioè ad agire nel rispetto delle regole, perché – come recita un motto scout – “si impara da piccoli a diventare grandi”, cioè cittadini esemplari.

Il Cda regionale a Palermo è il momento finale di un lungo cammino di impegno e di “lavoro” sulla legalità, promosso per quest’anno dall’AGESCI Sicilia e compiuto dai bambini e dalle bambine scout presso le loro sedi negli scorsi mesi. Esso è racchiuso nel “giornalino della legalità”, un libretto contenente la sintesi del lavoro svolto da tutti e che sarà consegnato ai partecipanti all’evento.

Alcune informazioni sull’evento. I lupetti e le coccinelle arriveranno a Palermo nel pomeriggio di sabato 23 aprile con diversi mezzi di trasporto provenienti da varie parti della Sicilia ed andranno via il 25 aprile. All’arrivo saranno concentrati in via Piersanti Mattarella, dove si trovano le due scuole (Cei e Alberico Gentili) che li ospiteranno per l’intero periodo della loro presenza a Palermo. Il pomeriggio e la sera del 23 saranno dedicati alla sistemazione negli istituti scolastici ed al lancio dell’evento, che si aprirà ufficialmente l’indomani mattina (24 aprile), quando tutti i bambini e le bambine si divideranno in gruppi di lavoro in vari luoghi della città, dove metteranno in comune le attività svolte da ogni gruppo a casa negli scorsi mesi, durante il percorso di avvicinamento all’evento regionale di Palermo. Il 25 aprile, infine, a chiusura del Cda regionale tutti i bambini e le bambine si concentreranno in via Notarbartolo sotto l’ “albero Falcone”, dove verrà effettuato un momento di sintesi in un luogo particolarmente significativo, insieme alle istituzioni civili, religiose e militari (saranno presenti tra gli altri anche il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ed il deputato europeo Caterina Chinnici) e ad alcuni familiari delle vittime di Cosa nostra.

Visite: 674

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI