Sapdafora, si sono conclusi i giochi “Cuori senza frontiere”

Si sono conclusi anche per l’edizione 2015 i giochi popolari su spiaggia denominati ‘Cuori senza Frontiere’.

Organizzati in collaborazione con il consiglio regionale Fratres Sicilia, patrocinati dal comune di Letojanni e con il prezioso supporto del Cesv Messina, cosi come della Pro Loco di Letojanni, sono partiti alle ore 17:30 di domenica 12/7 u.s. e si sono conclusi, con grande soddisfazione dell’organizzazione, esattamente a mezzanotte.

Squadre stanche ma col sorriso sulle labbra, consapevoli di essere stati la parte più importante di un progetto chiamato informazione, comunicazione, coinvolgimento di chi non sa di poter anche lui essere l’eroe di qualcuno. Questa forse la soddisfazione maggiore.

Dunque 7 le squadre che si sono affrontate quest’anno sul terreno di gioco nella spiaggia immediatamente sottostante piazzetta Angelo D’Arrigo a Letojanni:

  1. Semos los Mejores del Consiglio Provinciale Fratres Catania
  2. Avis Jonio, composto da membri Avis di Santa Teresa di Riva, Ali Terme e Mascali
  3. Banana Joe da Spadafora e dintorni
  4. Fratres Acireale
  5. I pazzi, squadra composta da un gruppo di amici provenienti dalla costa Tirrenica e da quella Jonica
  6. SpadaFratres da Spadafora (Messina)
  7. La Punta Team da San Giovanni La Punta (Catania)

Sono loro i veri protagonisti – ci chiarisce il presidente provinciale Fratres Messina, Carmela Micalizzi- veicolatori preziosi del fondamentale messaggio del dono del sangue. Il movimento colorato e allegro che scaturisce dall’azione delle squadre simboleggia l’azione dell’uomo, del volontario in particolare, che si muove con gioia disinteressata verso le necessità del più debole. AZIONE è la parola d’ordine – ribadisce – e serve ad abbattere il muro della paura, della disinformazione, dell’egoismo e dell’ignoranza. I Cuori senza Frontiere non sono solo giochi – conclude – bensi veicolo attivo di informazione!

E’ per questo che ogni anno vengono invitate anche altre associazioni di volontariato dell’area jonica e tirrenica, perché parlino di se; perché la voce dell’uno possa ingrossarsi grazie alla voce dell’altro e, formando una vera e propria ‘rete’ d’informazioni, divenire un’unica grossa voce a favore dei meno fortunati. La cooperazione tra associazioni, ma anche il supporto delle istituzioni, a tal proposito, è indispensabile.

Quest’anno sono intervenuti: Admo sez. Messina, Aido sez. Messina, Associazione Ancora di Letojanni, Avis Val d’Agrò, Dispari Onlus di Santa Teresa di Riva, Associazione Fabrizio Ripa di Villafranca Tirrena e Fraternita di Misericordia ‘San Giuseppe’ di Letojanni. Preziose, per esempio, le spiegazioni sulla donazione del midollo osseo, chiaramente fornite dal dott. Salvatore Parrino, il quale ha sciolto molteplici dubbi dei presenti. A rappresentanza del coordinamento zonale del Cesv di Messina e dell’Aism sez. ionica anche un interessante intervento di Maurizio Crisafulli.

Un piccolo spazio durante la serata è stato riservato al comitato ‘Una Speranza per Tindara’.

Il contributo più significativo, rivolto a tutti ma ai giovani in particolare è stato quello offerto dal caloroso intervento del Consigliere Nazionale, Giuseppe Festa, da sempre vicino al mondo del volontariato e della FRATRES in particolare.

Quest’anno l’organizzazione ha voluto puntare anche sull’importanza della conservazione del territorio, informando giocatori e altri avventori provenienti da tutta la Sicilia del nuovo piano della raccolta differenziata applicata dall’amministrazione comunale con ben 10 ecopunti appositamente attrezzati lungo tutta la spiaggia letojannese. I giocatori venivano caldamente invitati ad avere rispetto anche del preziosissimo dono dell’acqua potabile, a cui tutti hanno diritto ma di cui purtroppo in realtà non tutti usufruiscono.

Alla fine della serata i trofei, gentilmente offerti dalla Pro Loco di Letojanni, andavano alle seguenti squadre:

1° classificato: La Punta Team da San Giovanni La Punta (Catania)

2° classificato: SpadaFratres da Spadafora (Messina)

3° classificato: I Pazzi (Mix di amici dalla costa Tirrenica e Jonica)

I giochi si sono conclusi con un breve spettacolo pirotecnico.

Si coglie l’occasione per ringraziare tutti gli esercizi commerciali di Letojanni che hanno generosamente offerto bevande e ristoro; cosi come gli hotels Albatros, Da Peppe e Delle Palme.

In particolare, un affettuoso ringraziamento alla Fraternita di Misericordia di Letojanni per il prezioso supporto sanitario a giocatori e staff della manifestazione. Non ultimo, a tutto lo staff volontario dei Giovani Fratres del Provinciale Messina: ragazzi attenti alle esigenze delle squadre ma comunque impegnati con grande serietà, senza minimamente risparmiarsi, perché tutto fosse curato e funzionasse nei minimi particolari.. ovviamente, egregiamente coadiuvati dai nostri magnifici 7 giudici: Michele Caruso, Mario Curcuruto, Fabio Luchino, Gioacchino Riccobene, Giacomo Rossini, Tonino Ruggeri e Antonio Saglimbeni.

Grazie infine alla ditta Antonino Lo Turco, senza cui non avremmo potuto mandare le nostre agguerrite squadre alla conquista del fazzoletto rosso sul nostro tanto temuto palo della cuccagna.

A conclusione di CUORI SENZA FRONTIERE 2015.. – interviene ancora la presidente provinciale, nonché presidente del locale gruppo di Letojanni – si ringraziano tutte quelle generose creature (sponsor, giocatori, staff ed istituzioni) che hanno deciso insieme a noi di urlare dalla spiaggia di Letojanni che tutti possiamo fare la differenza. Il sangue è una parte cosi preziosa di se, non acquistabile, ne riproducibile artificialmente, che abbiamo il dovere civico e cristiano, se in buona salute, di donarlo all’ammalato bisognoso di terapia trasfusionale allo scopo di garantirgli il diritto alla vita.

Consiglio Provinciale FRATRES Messina

Visite: 561

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI