Rischio soppressione Prefettura; Cgil, Cisl e Uil “Notizia che ci coglie di sorpresa”

Colti di sorpresa. Lo sono stati Cgil, Cisl e Uil alla notizia che si riparla nuovamente di soppressione della Prefettura. Infatti per le parti sociali il discorso Prefettura era ormai per certi versi messo in archivio tanto che nella riunione di lunedì scorso dell’attivo unitario dei quadri dirigenti dei confederali e che ha iniziato un percorso di progetto di sviluppo del territorio la vicenda Prefettura era stata appena sfiorata. Ma a quanto pare però non è assolutamente così anche se però da Cgil, Cisl e Uil arrivano segnali incoraggianti ma nello stesso tempo di forte attenzione e fermi a riprendere la lotta per la difesa del presidio del Governo sul territorio. “Sinceramente questa notizia mi arriva nuova – commenta il segretario generale territoriale Cisl Tommaso Guarino tra i più attivi nelle iniziative avviate nei mesi scorsi per il “salvataggio” della Prefettura – infatti dalle notizie che abbiamo come Cisl dai nostri vertici nazionali con la legge di Stabilità del Governo è stata scongiurata la soppressione di nessuna delle 23 prefetture a rischio. Quindi questa notizia su quella di Enna che rischia nuovamente la chiusura ci coglie di sorpresa. Noi continuiamo ad essere ottimisti ma rimaniamo vigili e pronti a dare il nostro contributo come abbiamo fatto nei mesi scorsi”. Sta di fatto però anche ostentando serenità ancora il nuovo Prefetto a Enna non è stato nominato. “E questo è un altro discorso e su questo dobbiamo attivarci immediatamente e a tal proposito plaudo e do atto alla tempestività dimostrata dal sindaco di Enna Maurizio Dipietro nell’aver convocato immediatamente per lunedì prossimo (domani per chi legge ndr) la cabina di regia sulla vicenda Prefettura con il coinvolgimento di tutti gli attori interessati sul territorio”. Anche dalla Cgil la notizia arriva come un fulmine a ciel sereno. “Non abbiamo notizie diverse da quelle del decreto di revoca della chiusura delle 23 prefetture a rischio – continua il segretario provinciale della Funzione Pubblica Cgil Giovanni La Valle – e sinceramente ci sembra una notizia fuori luogo. Ad ogni modo ci stiamo attivando immediatamente con i nostri vertici nazionali della categoria del Pubblico Impiego per capire costa sta succedendo. Ma siamo pronti a riprendere le iniziative di lotta a difesa del mantenimento della Prefettura sul territorio”. Anche per la Uil la notizia è una vera “novità”. “Questa notizia ci coglie di sorpresa – conclude il segretario per le province di Enna e Caltanissetta del Pubblico Impiego della Uil Giuseppe Adamo – ma che nello stesso tempo mi preoccupa. Non vorrei che dietro questa nuova decisione di voler chiudere la Prefettura ed altre ancora come quella della Regione di voler ridimensionare notevolmente una struttura sanitaria d’eccellenza come l’Oasi Maria Santissima di Troina ci sia un disegno ben preciso di voler togliere completamente una identità a questo territorio. Di certo il sindacato non se ne starà con le mani in mano a guardare che tutto ciò avvenga”.

Visite: 319

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI