Rinnovamento dello Spirito, l’ennese Salvatore Martinez riconfermato alla presidenza

Con oltre il 93% dei voti validi, Salvatore Martinez è stato riconfermato presidente nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo dall’Assemblea Nazionale, composta da tutti i coordinatori diocesani d’Italia e dai 40 membri del Comitato Nazionale di Servizio e del Consiglio Nazionale.

Riconfermato nella carica di coordinatore nazionale Mario Landi. Di nuova elezione il direttore nazionale, Amabile Guzzo, membro uscente del Comitato Nazionale di Servizio.

Insieme a loro sono stati rinnovati gli altri tre membri del Comitato Nazionale di Servizio. Per l’Area carismatico-ministeriale è stata eletta Marcella Reni, direttore nazionale uscente; per l’Area Formativa Federico Luzietti, coordinatore uscente della regione Marche; per l’Area Pastorale Lorenzo Pasquariello, coordinatore uscente di Piemonte e Valle d’Aosta.

Riuniti a Sacrofano (RM) nei giorni 16-18 gennaio, in rappresentanza dei 1.900 Gruppi e Comunità del RnS, i 250 delegati hanno proceduto anche all’elezione dei sei membri aggiunti del Consiglio Nazionale, scelti per ambiti d’impegno: Angelo Brancaleone, per l’Area Giovani, già delegato per l’Ambito in Campania; Etienne Niemants, per l’Area Famiglia, già delegato per l’Ambito in Emilia Romagna; don Vincenzo Apicelli, per l’Area Sacerdoti, già membro del Comitato Regionale di Servizio della Campania; don Patrizio Di Pinto, per l’Area Missioni, coordinatore uscente della regione Lazio; Carla Osella, per l’Area Sociale, membro uscente del Comitato Nazionale di Servizio; Carmela Romano, per l’Area Metodologie di evangelizzazione, già membro del Comitato Regionale di Servizio della Basilicata.

Sabato 17 è intervenuto mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, che ha indicato per i responsabili del RnS tre criteri fondamentali di riferimento: «Contemplate il Signore Gesù. Sceglietelo sempre nuovamente. Adoratelo: è la via per vincere ogni idolatria, ogni orgoglio che, mentre ci spinge a primeggiare sugli altri, dagli altri ci separa. Lodatelo: è il fondamento di ciò che siete. Amate la Chiesa. Non anteponetele funzioni e organizzazioni, non cadete nell’attivismo che spegne lo spirito. Camminate con la Chiesa nel tempo e nella storia, aggiornatevi continuamente, armonizzate le novità dello Spirito e guardate avanti senza “nostalgici rallentamenti o rimpianti”. Servite. Scegliete di servire i fratelli come ha fatto Gesù. Le vostre mani alzate al Cielo sappiano contemporaneamente protendersi nella storia verso gli ultimi, i poveri e tutti coloro che la sapienza di questo mondo e l’egoismo di uno sviluppo miope condannano alla periferia dell’emarginazione».

Nella sua introduzione all’Assemblea, Salvatore Martinez ha sottolineato che «il RnS è un popolo che serve il Signore e che vuole farsi servizio. Un popolo che serve nella gioia ed è a servizio della gioia di Dio (sono i piccoli del Regno), per regalare la gioia di Dio (la salvezza a tutti gli uomini). Un popolo che è dentro il popolo di Dio e che si è fatto principio di animazione carismatica per tutta la Chiesa, nel cuore della cristianità. Un popolo che avanza, che cresce, che ha coscienza di essere dentro una storia grande, che è molto più grande di noi».

Nella mattina di domenica 18 gennaio, la Celebrazione Eucaristica – presieduta da don Guido Pietrogrande, consigliere spirituale nazionale RnS – e l’invocazione dello Spirito Santo sui nuovi eletti, hanno sancito l’inizio delle attività del nuovo CNS, che si insedierà dal 23 al 25 gennaio e resterà in carica fino a dicembre 2018. Durante i quattro fine settimana di febbraio si rinnoveranno tutti i Comitati Regionali di Servizio. Dal 13 al 15 marzo si insedierà il nuovo Consiglio Nazionale.

Le elezioni dei Comitati Diocesani di Servizio e dei Pastorali di Servizio dei Gruppi e delle Comunità del RnS saranno calendarizzate a livello regionale per concludersi entro maggio.

«Accolgo con gratitudine a Dio questo segno di fiducia e di amicizia che mi giunge da tutto il RnS, una chiamata di anno in anno sempre più esigente e sfidante. Si chiude un quadriennio denso e ricchissimo in cui abbiamo sperimentato le meraviglie del Signore – ha commentato il presidente Martinez. Se ne apre uno nuovo, fortemente orientato dal pontificato di Papa Francesco, segnato in special modo dalla chiamata alla conversione pastorale per una nuova stagione missionaria ed evangelizzatrice. I responsabili del RnS sono chiamati a servire, a ribadire l’importanza di “stare” nella Chiesa e nel mondo in un tempo di fughe e deroghe dall’impegno, specie quando la comunione è esigente, l’amore sfidante, la carità crocifiggente».

Il RnS è un Movimento ecclesiale che in Italia conta più di 200 mila aderenti, raggruppati in oltre 1.900 gruppi e comunità.

Visite: 1561

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI