“Renzi si è incartato”; l’opinione di Angiolo Alerci

RENZI SI E’ INCARTATO

Abbiamo seguito con un certo interesse il dibattito che si sta svolgendo per l’esame del disegno di legge “di iniziativa parlamentare” relativo alle unioni civili.

Il Presidente Renzi ,che non vuole lasciare la scena, si è incartato nel tentativo di volere dirigere ad ogni costo l’iter parlamentare di questo provvedimento, senza tener conto che questo suo comportamento poteva ,e può ancora, mettere la classica buccia di banana per le sorti del suo governo.

Ha tentato di ottenere un appoggio dal movimento 5 Stelle che prima ha dato il proprio assenso ma, valutate le enormi difficoltà che Renzi trovava all’interno del suo partito, ha preferito differenziarsi abbandonandolo al suo destino.

Renzi ha voluto restare sulla scena senza tener conto di tutte le problematiche che questo disegno di legge aveva creato sia all’interno del suo partito, che nella maggioranza che sostiene il suo governo.

Si tratta di un problema che così posto “ non si deve cambiare una virgola” non potrà mai essere accettato dalla componente cattolica del suo partito e dal NCD di Alfano.

Non avere compreso che tutte le problematiche connesse potessero creare la gran confusione, che di fatto si è creata, ha aggravato la sua responsabilità fino a minacciare di porre il voto di fiducia per l’approvazione del provvedimento, così come è stato presentato, non tenendo conto delle diverse posizioni esistenti all’interno del suo stesso Governo.

Non ha capito che trattandosi di una iniziativa parlamentare su un tema più etico che politico, il Presidente del Consiglio, i membri del governo ed i parlamentari dovevano liberamente esprimere il loro pensiero senza alcun vincolo.

Il modo di gestire il problema delle Unioni Civili, unito al comportamento usato in questi mesi nei confronti del’Europa, non tanto per il merito quanto per la sua irrituale arroganza, ricordano la fine fatta dal Governo Berlusconi.

Angiolo Alerci

Visite: 277

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI