Regalbuto: il centro storico cambia volto: approvato lo studio di dettaglio: si sblocca l’edilizia privata

IL CENTRO STORICO CAMBIA VOLTO. A REGALBUTO APPROVATO LO STUDIO DI DETTAGLIO E SI SBLOCCA L’EDILIZIA PRIVATA.

Grande soddisfazione dell’Amministrazione a guida di Francesco Bivona per l’approvazione dello Studio di dettaglio del Centro Storico giorno 28 in consiglio comunale. Con questo studio – dichiara il Sindaco Francesco Bivona – il centro storico è destinato a cambiare volto. Il Comune di Regalbuto difatti è il primo comune che approva uno studio approfondito del Centro storico che permette già dalla data di approvazione la possibilità di nuovi interventi di ristrutturazione edilizia in centro storico prima non consentiti dallo strumento urbanistico. “È un intervento che abbiamo ritenuto prioritario sin dall’inizio del mandato amministrativo perché pone le condizioni per un rilancio dell’economia legata all’edilizia, bloccata per l’impossibilità di concreti interventi di ristrutturazione. Con l’approvazione di questo studio tutti i progetti del centro storico nel rispetto delle regole, potranno essere approvati” Lo studio di dettaglio durato oltre due anni ha previsto infatti la catalogazione di tutti gli immobili del centro, con foto e scheda di dettaglio creando un database di riferimento prima non accessibile. Gli immobili nella fase successiva sono stati divisi in diverse categorie, tra quali gli immobili monumentali, qualificati, e non qualificati. La classificazione ha permesso la determinazione degli interventi possibili nelle categorie di appartenenza. Ma lo studio non determina soltanto gli interventi possibili per singolo immobile ma mette anche ordine fissando i paletti su azioni collaterali negli interventi di recupero in centro, dalle verande nella via principale ai condizionatori d’aria.

L’intervento assume importante valenza anche in una visione complessiva di recupero del centro storico in termini abitativi e di corrispondente limitazione al consumo del suolo nelle zone di espansione riducendo altresì la spesa pubblica legata ai costi per nuove urbanizzazioni. “Siamo il primo comune in provincia ad approvare uno studio del genere e questo ci rende particolarmente orgogliosi – conclude il Sindaco Bivona.

Il prossimo passo previsto dal Sindaco Bivona è una revisione del Piano Regolatore generale che oltre a rispettare i necessari termini di legge preveda le esigenze odierne di espansione in una nuova chiave di lettura con recupero di molte aree depresse.

Il lavoro dello studio è stato svolto per volontà dell’Amministrazione senza conferimento di incarichi esterni, con assegnazione all’Ufficio Urbanistica del Comune permettendo un notevole risparmio alla casse dell’ente.

Visite: 348

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI