Rally, Targa Florio 101: c’è anche Beppe Fiorello

Anche Beppe Fiorello alla 101^ Targa Florio
L’attore siciliano sarà al via dell’edizione 2017 della gara automobilista più antica del Mondo. Svelati i particolari dell’evento che comprende 5 competizioni. Lo start domani giovedì 20 aprile da Palermo in Piazza Verdi alle 16 inizierà la Classic ed il Ferrari Tribute, a seguire i Rally di Campionato Italiano. Info disponibili su www.targa-florio.it

Palermo 19 aprile 2017. Presentata a Palermo la 101^ Targa Florio nella sede della Città Metropolitana a Palazzo Comitini. Ad illustrare i particolari dell’edizione 2017 della gara automobilistica più antica del mondo che ha registrato oltre 210 iscritti, gli organizzatori dell’AC Palermo e di ACI Sport con tutte le realtà istituzionali ed economiche vicine all’evento siciliano.
Sarà alla 101^ Targa Florio anche Beppe Fiorello. L’apprezzato attore siciliano sarà presente al via della Classic, prova inaugurale del Campionato Italiano Grandi Eventi, alle 16.00 di domani, giovedì 20 aprile. Poi Fiorello prenderà parte alla prima parte di gara fino a Giardini Naxos in provincia di Messina, su una vettura del gruppo FCA. “Fiorello – ha detto Gianfranco Gentile di Manager Event e sponsorship di Heritage – vuole salutare i partecipanti onorando personalmente il prestigio della Targa Florio, per promuovere la sicilianità dell’evento”-. Alle 20 sarà la volta della Targa Florio Rally Internazionale di Sicilia e Targa Florio Historic Rally, entrambi terzo round di Campionato Italiano, che subito dopo il via vivranno l’emozione della prova spettacolo “Collesano”, prima sfida in notturna contro il cronometro.
In una sala “Martorana” conosciuta anche come Sala degli Specchi del noto palazzo nel cuore di Palermo, l’incontro con la stampa si è aperto con il trailer del film documentario sulla 100th edizione “La Macchina del Tempo”. A fare gli onori di casa è stato l’Assessore allo Sport del Comune Giuseppe Gini; per l’Amministrazione Regionale presente l’Assessore al Turismo Anthony Barbagallo, ancora per la Città Metropolitana Fausto Torta Presidente della Commissione Sport. Del lavoro costante dell’organizzazione ha parlato il Presidente dell’AC Palermo Angelo Pizzuto che apprezzando i tanti ospiti e concorrenti in arrivo da ogni parte del mondo, ha evidenziato il supporto diretto ormai consolidato dell’Automobile Club d’Italia e ACI Sport. Proprio il Direttore Generale di ACI Sport Marco Rogano ha approfondito la parte tecnica della quattro giorni siciliana, spiegando tutti i particolari del programma delle cinque competizioni che comprende la 101^ Targa Florio, che avrà tutti i momenti di start e traguardo a Palermo in Piazza Verdi.
Della consolidata collaborazione tra Università degli Studi di Palermo e l’evento ha parlato il Prof. Paolo Inglese, Direttore del Sistema Museale dell’Ateneo. L’importanza della Targa Florio nel Mondo e di quanto il nome sia sinonimo di identità siciliana, è stato sottolineato da Giancarlo Minardi, il team Manager F.1 e fondatore dell’omonima scuderia, che continua con entusiasmo a mettere la propria esperienza al servizio dell’evento. Simpatico e sagace come di consueto il “Preside Volante” Nino Vaccarella, che ha ricordato come in un incontro personale lo stesso Vincenzo Florio, ebbe a raccomandare “La Targa deve continuare!”. Il tre volte vincitore dell’edizione velocità della corsa, ha evidenziato come la vicinanza delle istituzioni sia auspicio di una viabilità migliore su delle strade tanto importanti per i patrimonio di storia che conservano.

Lo hanno detto in Conferenza stampa:
Assessore Giuseppe Gini: “Dopo aver visto questo filmato, ricordo di aver vissuto tutte le edizioni. Porterà un grande afflusso di turismo. Non solo sportivo, Targa Florio è anche cultura. Lo sforzo è quello di far rivivere Targa Florio nel miglior modo possibile. Ho sempre sperato che Targa Florio ritorni come ai tempi del professore Vaccarella. Quando lui correva e vinceva. E’ il più grande evento che la Sicilia abbia e continua ad ospitare”.
Assessore Anthony Barbagallo: “La presentazione di un evento di eccellenza di promozione sportiva e turistica della Sicilia nel mondo che introduce anche altri eventi come il Giro d’Italia ed il Golf Tour con il meglio della nostra storia e delle nostre tradizioni. Auspichiamo i successi dello scorso anno con un ritorno mediatico per la regione straordinario. Dai primi report del periodo si annuncia già il tutto esaurito. Abbiamo bisogno di eventi come questo”.

Fausto Torta: “La commissione Sport del Comune che ho l’onore di presiedere si occupa anche di cultura e turismo e Targa Florio è la perfetta sintesi. E’ la Targa del futuro. Facciamo un giro di boa. Immaginiamola coma la prima Targa Florio, novità, come la partenza ed arrivo da Palermo. Vorremmo realizzare uno sportello unico per gli eventi sportivi per consentire il taglio della burocrazia”.

Angelo Pizzuto: “E’ stato un progetto di rilancio che ha avuto tanti attori. La Targa Florio è un grande evento oltre che sportiva anche di promozione quindi devo ringraziare tutte le istituzioni. Noi abbiamo iniziato questo grande rilancio. La Targa Florio è la dimostrazione del progresso automobilistico ed abbiamo cercato in questo sforzo di guardare oltre al lato sportivo, anche al rilancio dello sviluppo territorio. Tutto questo non sarebbe possibile senza il supporto di Automobile Club Italia e di Aci Sport. La parola d’ordine è sinergia: l’attenzione delle grandi case ci ha dato una marcia in più tra i quali FCA, Heritage, Lancia e Abarth. Attraverso il prestigio internazionale di queste case siamo riusciti a dare quella spinta in più per consacrare Targa Florio ancora a più alti livelli.

Gianfranco Gentile: “Per il gruppo FCA Targa Florio ha rilevanza nazionale ed internazionale. La partnership si consolida con due brand, Alfa Romeo e Abarh con il coordinamento di FCA Heritage, il progetto Heritage è il nuovo dipartimento che si occupa del patrimonio storico dei Marchi Abarth, Alfa Romeo, Fiat e Lancia. C’è il coinvolgimento delle più belle auto delle auto storiche del brand. Internazionalizzare la Targa Florio abbiamo invitato giornalisti da tutta Europa”.

Paolo Inglese: “L’università di Palermo è straordinariamente felice di questa collaborazione. Noi quest’anno ospitiamo parco chiuso, verifiche tecniche e speriamo di avere una collaborazione sul piano culturale. Iniziamo con una mostra di fotografie. Mio nonno con Giuseppe Alessi finanziò nel 1948 la Targa Florio. La mia generazione è legata alla Targa Florio in modo fortissimo. Nella nostra mostra fotografia ci sono anche testimonianze significative anche di come erano le strade”.

Marco Rogano: “Arriva dopo la centesima edizione che è un evento da ricordare. Adesso l’evento è stato inserito nel Campionato Italiano Grandi Eventi. Abbiamo ripreso un motto di Vincenzo Florio, che disse continuate la mia opera. La storia Continua. 5 competizioni, ci sarà una parte rally, per vetture storiche e da campionato regionale siciliano. Mentre per quanto riguarda la parte della regolarità ci sarà la targa Classica con il Ferrari Tribute. I numeri sfiorano le 1500 persone coinvolte complessivamente in questa manifestazione, ci sono 450 piloti e co driver, ci sono 680 commissari di percorso lungo le strade, ci sono tutti i servizi di sicurezza. Si sono accreditati più di cento giornalisti da tutta europa. Questo vuol dire portare il nome della Targa Florio per il mondo. Abbiamo degli equipaggi che arrivano dagli stati uniti 4, due equipaggi provenienti dal Giappone e 17 equipaggi provenienti da tutta europa. Il 25% degli equipaggi sono stranieri. La competizione sta facendo il suo ingresso tra le grandi manifestazioni classiche del modo. É merito di tutto il lavoro che viene fatto da tutti, con FCA in primi, il marchio Alfa Romeo nella Classica ed il marchio Abarth nel Campionato Italiano Rally. Speriamo come federazione che sia solo l’inizio”.

Nino Vaccarella: “Vincenzo Florio ci teneva. Io l’ho conosciuto in piazza Ignazio Florio, ‘sei un ragazzo di grande capacità’ mi disse. Le strade della Targa Florio sono però distrutte per l’incuria. Serve l’impegno politico anche per sistemarle queste strade”.

Giancarlo Minardi: “Ho avuto la fortuna di fare lo sport che di più mi appassiona, in questi anni. Vaccarella ha fatto una parte importantissima della storia dell’automobilismo italiano e della Ferrari. La Fia ha riconosciuto la Targa come migliore manifestazione 2016. Ci sono tutte le premesse per andare avanti e costruire ancora successi e Forza Targa Florio”.

Per tutte le informazioni sulla gara consultare il sito www.targa-florio.it.

Visite: 250

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI