Rally RAAB, PROJECT TEAM NELLA TOP TEN

RAAB, PROJECT TEAM NELLA TOP TEN

SUI SELETTIVI ASFALTI DELL’APPENNINO BOLOGNESE, OTTIME QUINTA E SESTA PIAZZA ASSOLUTE APPANNAGGIO, RISPETTIVAMENTE, DI BRUCCOLERI-RAPISARDA (SKODA FABIA R5) E DI BELLI-ALBERTINI (SKODA FABIA R5)

Gaggio Montano (Bo), 29 luglio 2018 – L’inedito equipaggio siciliano della Project Team, formato dal “patron” della scuderia Luigi Bruccoleri e dalla giovane Ilaria Rapisarda, su Skoda Fabia R5 della Step Five, ha ottimamente concluso quinto assoluto una volta archiviato il 30° Rally Alto Appennino Bolognese, andato in scena nell’entroterra felsineo.

Un risultato, figlio di una performance in crescendo per il pilota-presidente che, seppur al debutto con la vettura ceca ma ben condotta lungo un tracciato per lui del tutto nuovo, reso in buona parte ancor più ostico e selettivo dalla disputa in notturna, ha regolarmente stazionato ai piani alti della classifica nell’arco dell’intera due giorni agonistica.

«Soddisfatti come se avessimo centrato una vittoria, nonostante tutte le prevedibili difficoltà del caso e l’obbligo di adattarsi alla Skoda, assimilando passo dopo passo – ha esclamato Bruccoleri – Nel corso della terza prova speciale, infatti, abbiamo lasciato per strada almeno una quindicina di secondi per un testacoda, ma era prevedibile che avrei pagato qualcosa, vista anche la mia nota inesperienza alla guida al ‘chiaro di luna’. Nelle frazioni diurne, invece, siamo stati molto più competitivi riuscendo a incrementare il feeling con la Fabia, rivelatasi altamente affidabile e performante. Merito soprattutto del team che ringrazio per l’ineccepibile lavoro svolto».

Alle sue spalle, si è inserito l’altro alfiere della Project Marco Belli, confermando il piazzamento conseguito nella scorsa edizione. Anche per l’esperto driver emiliano, in coppia con il conterraneo Andrea Albertini, si è trattato, di fatto, di un intero weekend volto all’”apprendistato”, chiamato anch’egli all’esordio con un’auto gemella della Casa boema, ma del team HK Racing. «Inizialmente dovevo essere al via al volante di una Ford Fiesta R5 ma, vuoi per problemi logistici vuoi perché la squadra ha voluto farmi un regalo, anch’io ho corso con la Fabia – ha precisato Belli – Detto questo, reduce da 14 anni di gare con la Mitsubishi e pur assistito in maniera impeccabile dal team, è stato molto difficile abituarsi a un mezzo dalle caratteristiche totalmente diverse, seppur pressoché al top tanto nell’assetto quanto nel motore. Ho provato a fare il mio tenendo un buon passo, ma sarebbe stato impossibile pretendere di più nell’immediato. Però è certo che ripeterò la più che positiva e probante esperienza con la Skoda».

A tutt’altre latitudini, in evidenza anche un’altra giovane portacolori, Corinne Federighi. La conduttrice toscana, infatti, indossate le vesti di navigatrice al fianco dello zio Marco, su Renault Clio R3 curata dalla SMD Racing, ha conquistato il secondo gradino del podio in classe R3C al termine del 53° Rally Coppa Città di Lucca, disputatosi sabato scorso.

Classifica finale 30° Rally Alto Appennino Bolognese

1. Vellani-Castiglioni (Peugeot 208 R5) in 52’16”1; 2. Brusori-Carrugi (id.) a 4”1; 3. Alerini-Barichella (Ford Fiesta R5) a 8”2; 4. Rovatti-Catone (Renault Clio S1600) a 47”5; 5. Bruccoleri-Rapisarda (Skoda Fabia R5) a 57”5; 6. Belli-Albertini (Skoda Fabia R5) a 1’51”; 7. Rossi-Zanella (Hyundai i20 R5) a 2’08”2; 8. Minetti-Nicoli (Ford Fiesta R5) a 3’31”3; 9. Venturi-Cavicchi (Peugeot 208 R2) a 4’32”4; 10. Lorallini-Lovisa (id.) a 4’53”.

Visite: 212

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI