Rally, la Targa Florio ha acceso i motori

La 101^ Targa Florio ha acceso i motori

Già grande pubblico per la partenza della Classica (con presente Beppe Fiorello) e lo shakedown del Campionato Italiano. Si replica alle ore 20 sempre in Piazza Verdi a Palermo con i 75 piloti dei rally tricolori ammessi al via. Alle 21.31 scatta la prova notturna a Collesano con tutti i big del moderno e dello storico che venerdì e sabato si sfideranno sulle leggendarie strade delle Madonie

Palermo, 20 aprile 2017. La cerimonia di partenza della Targa Florio Classica a Palermo e la disputa dello shakedown dei protagonisti del Campionato Italiano Rally hanno acceso i motori della 101^ edizione della Targa Florio. Per le previsioni da grande pubblico, puntualmente confermate dal calore dei siciliani che hanno gremito Pizza Verdi, lo start della Classica e del Ferrari Tribute è stato anticipato alle 15.30 e tra i numerosi personaggi ha ospitato anche Beppe Fiorello, al via su una Alfa Romeo Giulia Sprint GTA insieme a Fabrizio Curci, responsabile del brand Alfa per la zona EMEA. Il noto volto della tv ha dichiarato: “E’ un grande onore essere alla Targa Florio, è un evento pazzesco. la Targa Florio non è soltanto agonismo, è cultura e costume e vivere questa partenza ne dà piena dimostrazione. Questa gara offre l’opportunità di vedere auto importanti come la Giulia sulla quale è iscritto il mio nome e scoprire luoghi fantastici della nostra Sicilia. In bocca al lupo a tutti!”.
Questa sera alle 20 si replica, sempre con l’imponente sfondo del Teatro Massimo. In programma la Cerimonia di Partenza della Targa Florio Rally Internazionale di Sicilia, terza prova del Tricolore, e in contemporanea della Targa Florio Historic Rally, terza prova dell’Italiano storiche. Atteso un nuovo bagno di folla per le 75 vetture verificate per queste due competizioni e i loro protagonisti, che già in tanti hanno voluto seguire tra autografi e fotografie nel parco assistenza allestito a Campofelice di Roccella, preso d’assalto fin dal mattino, e durante lo shakedown, il test in configurazione da gara disputato su un tratto di strada di 2,2 km appositamente allestito nei pressi del comune tirrenico. Subito dopo la partenza di questa sera a Palermo con Paolo Andreucci/Anna Andreussi su Peugeot 208 T16 e “Lucky”/Fabrizia Pons su Lancia Delta Integrale i primi a scendere dal palco, la Targa Florio entrerà nel vivo della competizione di entrambi i Tricolori tornando tra la sua gente sulle leggendarie strade delle Madonie. La prima sfida contro il cronometro sarà la prova spettacolo, la PS1 “Città di Collesano 1”, prova-notturna di 1,8 chilometri interna alla città madonita con start alle 21.31. La giornata inaugurale dell’evento organizzato dall’Automobile Club Palermo in collaborazione con l’ACI si concluderà con il riordino notturno a classifiche delineate e i duelli tricolori riprenderanno sulle strade del mito domani. Venerdì 21 aprile il restart dal Targa Florio Village di Campofelice di Roccella è previsto alle 9.30. Il primo “giro” di prove della prima tappa, che torna nel cuore della “Cursa”, sarà inaugurato dalla PS2 “Gratteri 1” (13,4 km) alle 10.27, caratterizzata da un nuovo tratto inedito, seguita a ruota dalle PS3 “Piano Battaglia 1” (14,3 km) alle 10.59 e PS4 “Castelbuono 1” (14,9 km) alle 12.08, due località che tornano nel cotesto della “Cursa” con tutte le loro particolarità, fra guidati tratti in salita e tecniche discese. Alle 13.24 è previsto il primo riordino di giornata e seguente assistenza di mezzora a Campofelice di Roccella. Alle 15.06 la PS5 “Gratteri 2” inaugura il secondo giro delle tre prove disputate al mattino, che si concluderà con la PS6 “Piano Battaglia 2” alle 15.38 e la PS7 “Castelbuono 2” alle 16.47. Dopo il secondo riordino e un’altra assistenza di mezzora al Targa Florio Village, in serata la PS8 è la ripetizione della prova spettacolo del giovedì sera, che diventa “Città di Collesano 2”, con start alle 19.22. Fine tappa con rientro al Targa Florio Village per l’ultima assistenza e la sosta notturna sia per il Tricolore Rally sia per il Tricolore storico, i cui orari sono ovviamente spostati in avanti in quanto le vetture gareggeranno in coda a quelle moderne. Il già denso programma del venerdì sarà ulteriormente arricchito dall’entrata in scena degli equipaggi protagonisti del Campionato Regionale. Per loro cerimonia di partenza alle 19.30 rigorosamente in Piazza Verdi a Palermo, arrivo in assistenza a Campofelice di Roccella, PS1 spettacolo sempre a Collesano ma tutta in notturna a partire dalle 21.22 e rientro al Targa Florio Village.

HANNO DETTO GLI EQUIPAGGI ALLO SHAKEDOWN
#1 Paolo Andreucci / Anna Andreussi (Peugeot 208 T16 R5): “L’obiettivo è l’undicesimo successo qui, sì, ma in realtà l’obiettivo è il titolo a fine campionato.
E al Targa ogni anno ci si gioca tanto. E’ la terza gara bisogna portare a casa punti. Col cuore questa gara la vorremmo sempre vincere bisogna dare il 100% cercando di andare in sicurezza, il che sembra un’utopia. Cercheremo di fare il meglio. Col cuore per il pubblico, per la storia della Targa, per le dieci vittorie di Paolo, per la Sicilia che è la gara più emozionante. Adesso stanno lavorando sulla messa a punto che è sempre molto importante perchè guadangnare un decimo al km nello shakedown vuol dire arrivare a fine gara con una manciata di secondi. Quindi lo Shakedown è sempre molto molto importante perchè si fanno le scelte di messa a punta.”.
#2 Simone Campedelli / Pietro Elia Ometto (Ford Fiesta R5): “E’ sempre una bella sfida venire qua al Targa. Mi piace tantissimo perchè ha una grande storia, è sempre molto emozionante. Le strade sono molto larghe e è molto difficile per i piloti interpretare questi asfalti dove le medie sono tendenzialemnte più alte. E’ importante avere un setup molto collaudato e soprattutto trovare il giusto feeling. Sono strade dove si possono fare tantissime traiettorie e poi c’è sempre quel qulacosa in più legato al pubblico siciliano che aspetta la Targa un anno per l’altro. Vogliamo divertirci, abbiamo fatto un buon inizio di stagione nonostante lo stop a Sanremo, adesso pensiamo a fare una bella Targa. Durante questo shakedown stiamo lavorando per affinare il setup ma abbiamo un ottimo team e un’ottima vettura. Nell’Italiano biosgna andare all’attacco, tutto quello che non è fatto al massimo si paga con secondi molto importanti”.
#3 Umberto Scandola / Guido D’Amore (Skoda Fabia R5): “Un gara molto importante perchè la terza di campionato e l’obiettivo è quello di fare il meglio possibile. Una gara che non ci ha mai portato molta fortuna. Però la macchina va bene e cercheremo di fare il meglio possibile. Nello shakedown abbiamo provato diverse cose, ho toccato un po’ un cerchio trovando un buco lungo il percorso”.
#4 Ivan Ferrarotti / Gaetano Caputo (Ford Fiesta R5): “Spero di riuscire a guidare come voglio, a fare delle belle linee. Le strade sono molto belle per quello ci tengo proprio a guidare bene e divertirmi. Cerchiamo di andare avanti con il nostro apprendistato, abbiamo apportato delle modifiche alla macchina che stiamo provando allo shakedown. La macchina mi piace, devo provare ancora un paio di cose e spero di riuscire a trovare l’assetto che possa andare meglio per il mio tipo di guida su questo asfalto. Il Trofeo Rally Asfalto è parrallelo al Campionato, comuque a parte Andreucci e Scandola gli altri ci sono, è molto alto il livello. Stasera ci sarà una mare di gente, una delle cose bellissime del Targa: la gente. Non vedo l’ora di essere la in piazza e partire e essere a Collesano. Forse Collesano è anche più emozionate perchè vedere un paese pieno di persone vivere così la gara è incredibile. La Targa è unica è per questo è già bellissimo esserci”.
#5 Andrea Nucita / Marco Vozzo (Skoda Fabia R5): “Buoni riscontri sullo shakedown, abbiamo compiuto solo un passaggio per verificare le regolazioni. i riscontri definitivii arriveranno dopo i primi km il prova. siamo fiduciosi anche se siamo molto emozionati di essere alla Targa”.
#11 Totò Riolo / Gianfranco Rappa (Abarth 124 Rally): “Giochiamo in casa per cui è sempre un piaciare poter correre qui con un pubblico fantastico, eccezionale. Stiamo continuando lo sviluppo di questa 124 Abarth, una nuova sfida. Purtroppo le prime due nonsono andate come volevamo. Speriamo di dare un colpo di spugna e andare bene qui al Targa. Ho potuto apportare alcune modifiche e oggi stiamo iniziando di nuovo con lo shakedown per avvicinarsi il più possibile ai fondi siciliani. Abbiamo fatto dei test dove era molto sconnesso con tanto grip e invece qui ne abbiamo poco, qundi siamo al lavoro sul setup”.
#14 Kevin Gilardoni / Corrado Bonato (Renault Clio R3T): “Sicuramente un piacere essere al via di una delle gare più spettacolari. Prove bellissime e soprattutto lo scorso anno mi ha emozionato il pubblico alla partenza e in prova. Una cosa che non ho mai visto correndo. Contenti di essere al via e pronti a ripetere quello che abbiamo fatto lo scorso anno e mantenerci al vertice del 2 Ruote Motrici. Gli avversari sono molto forti. Siamo qui per divertirci e fare bene, abbiamo tutte le carte in regola per poterlo fare. Lo shakedown questa mattina molto bene, sempre ostico perchè ha tanti cambi di tipo di fondo, è quello che serve per prepararsi alla gara. Ma domani sarà un terno al lotto perchè saranno prove completamente nuove e chi si fiderà prima avrà la meglio”.
#16 Riccardo Canzian / Matteo Nobili (Renault Clio R3T): “E’ tutto nuovo. Le prove nuove sono tutte molto impegnative. Tanta discesa, scivoloso, ci proviamo. Lo shakedown è andato bene, è uno shakedown che risalta molto le caratteristiche delle prove. Ringraziamo il team che porta sempre macchine al top. I tecnici stanno lavorando per dare una macchina al top. Le prime gare del CIR sono state un continuo miglioramento da dopo la prima uscita al Ciocco. Anche a Sanremo è andata bene tranne che sull’ultima prova che abbiamo toccato altrimenti sarebbe stata una bella gara. Speriamo ci continuare anche qua in Sicilia la nostra crescita”.
#19 Marco Pollara / Giuseppe Princiotto (Peugeot 208 VTI): “Lo shakedown è andato molto bene. Abbiamo segnato il miglior tempo di categoria. Ci stiamo preparando al meglio per stasera e domani. Abbiamo provato una serie di modifiche di setup e siamo arrivati quasi a quello giusto. La Targa è sempre molto piena di pubblico ed è una grande emozione soprattutto per me che sono di casa. Questanno per noi ci sono molte prove nuove come la Gratteri e la Porte delle-Madonie che sarebbe la Campofelice al contrario che secondo me è davvero molto impegnativa. Anche la Cefalù con i suoi 6 km a scendere scivolosi è davvero molto impegnativa anche per le gomme”.
#24 Damiano De Tommaso / Michele Ferrara (Peugeot 208 R2): “Sicuramente una bellissima gara storica. Io non l’ho mai vista, è tutto nuovo da scoprire. Vediamo domani come si svolgerà la gara e vediamo di imparare il più in fretta possibile, ci impegneremo al massimo. Per il momento prima di fare altre modifica farò altri giri per capire meglio, intanto cerchiamo di capire le gomme migliori”.
#27 ”Mattonen” / Giulia Taglienti (Mitsubishi Lancer Evo IX): “Prima volta in Sicilia, gara bellissima, strade bellissime molto sconnesse e scivolose. Sono in produzione per portare qualche punto buono a casa. Speriamo che vada tutto bene. Sono l’unico del produzione quindi faremo una gara in solitario. Shakedown utile a capire come si comporta la macchina sullo sconnesso”.
#102 Stefano Strabello / Giuseppe Ceschi (Suzuki Swift Sport): “La Targa è una tappa importante ai fini della classifica del Trofeo Suzuki. L’asfalto è molto scivoloso e bisogna sapere sfruttare bene la macchina. Ho fatto tre giri di Shakedown, adesso bisogna sistemare qualcosina ma ci siamo. La Targa è emozionate soprattutto in partenza, le prove sono molto diverse dallo scorso anno, molto belle ma anche molto sconnesse. In sostanza è una gara molto bella dal punto di vista delle prove e di tutto quanto, speriamo di fare bene”.

I PROTAGONISTI
Per la Targa Florio Rally Internazionale di Sicilia, terzo round del Campionato Italiano Rally, sono 38 i verificati e svetta il nome del nove volte Campione Italiano Paolo Andreucci che avrà al suo fianco Anna Andreussi sulla ufficiale Peugeot 208 T16. Il toscano ha vinto 10 volte la corsa automobilistica più antica del mondo, ma gli avversari accreditati per il Tricolore 2017 e per la gara siciliana sono molti, a iniziare da Simone Campedelli, Ford Fiesta R5 Orange 1 Racing, Umberto Scandola, Skoda Fabia R5 di Skoda Motosport Italia, e il siciliano Andrea Nucita, in corsa con un’altra Skoda quella del Team Phoenix. La Targa Florio è valida anche per il Campionato Italiano RGT, il Campionato Italiano 2 Ruote Motrici, il Campionato Italiano Junior, e il Campionato Italiano R1. Nella serie tricolore RGT al comando della classifica c’è Fabrizio Andolfi Junior, con la sua Abarth 124 Rally, che però questa volta dovrà dare il massimo per tenere dietro il siciliano Totò Riolo, tre volte vincitore della Targa, anche lui su una Abarth 124 e in corsa per il monomarca dello Scorpione. Nel Due Ruote Motrici riflettori sulla sfida annunciata tra Kevin Gilardoni e Riccardo Canzian, entrambi sulle Clio R3T e in corsa per il Trofeo Renault. Alla ribalta sarà il palermitano di Prizzi Marco Pollara su Peugeot 208 VTI sulla quale è affiancato dal messinese Giuseppe Princiotto, attualmente leader del Campionato Italiano Junior. Venerdì e sabato il rally sarà arricchito dai protagonisti del Campionato Regionale, dove in classe regina figurano i nomi di Gabriele Mogavero su Peugeot 207 Super 2000, Onofrio Buttitta su Mitsubishi, il madonita Filippo Vara su Renault Clio Super 1600 e il giovane nisseno Alberto Lo Cascio su Renault Clio RS.
Nella Targa Florio Historic Rally, in primo piano i vincitori del 4° raggruppamento del 2016 Lucky e Fabrizia Pons sulla mitica Lancia Delta Integrale 16V, attualmente primi nel tricolore, inseguiti da Elia Bossalini su Porsche e Nicola Patuzzo su Toyota Celica, ma in gara farà il suo esordio stagionale anche Marco Bianchini, sulla sempre ammirata Lancia Rally 037. In 1° Raggruppamento il palermitano Marco Savioli vorrà proseguire la rincorsa al titolo con Alessandro Failla sulla BMW 2002, stessa vettura per l’arrembante giovane madonita Pierluigi Fullone, anche lui su BMW e 1° di categoria lo scorso anno. Il bresciano Marco Superti con la Porsche 911 per i punti tricolori di 3° Raggruppamento dovrà lottare con ottimi driver di casa come Claudio La Franca o “Gordon”, su auto gemelle.
Per le sfide al millesimo di secondo della Targa Florio Classic, diversi i top driver presenti, come il vincitore dello scorso anno Giovanni Moceri, il trapanese della scuderia “Loro Piana Classic” che rilancia la sfida sulla Fiat 508C, altro esponente della scuola siciliana Angelo Accardo su Fiat 1100 103 N del 1957. Contro i siciliani il pluricampione bolognese Giuliano Canè al volante della Lancia Aurelia del 1939. Altro siciliano di spicco è Antonino Margiotta rappresentante della Scuderia Volvo Club,che sarà su una Amazon 121 del 1958. Il bolognese della Scuderia Nettuno Massimo Dalleolle su Alfa Romeo Giuia Spider del 1963.

Visite: 410

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI