Rally d’Elba da archiviare per la Island Motorsport

RALLY ELBA DA ARCHIVIARE PER LA ISLAND MOTORSPORT

UN’USCITA DI STRADA NELLE BATTUTE FINALI, PRIVA DI UN PODIO CERTO GLI ALFIERI PALERMITANI DOMENICO GUAGLIARDO E FRANCO GRANATA, SU PORSCHE 911 SC, COSTRETTI AL RITIRO DOPO UN’ECCEZIONALE RIMONTA

 

 

Capoliveri (Li), 17 settembre 2016 – Si è infranta lungo un fossato, la grande rimonta avviata dal pilota-preparatore palermitano Domenico Guagliardo, in coppia col fido concittadino Franco Granata, su Porsche 911 Sc di 4° Raggruppamento, nel corso della seconda e ultima tappa del 28° Rally Elba Storico, appuntamento valevole per i Campionati europeo e italiano Rally Autostoriche, andato in scena sulle strade del’isola toscana.

 

Per l’equipaggio della scuderia Island Motorsport, già vincitore dell’edizione 2015, l’ultimo giorno di gara era iniziato nel migliore dei modi, tanto da svettare nella settima e nell’ottava prova speciale, portandosi saldamente in terza posizione assoluta e riducendo il gap dalla vetta a soli 29”. Il binomio isolano ha proseguito imponendo un ritmo elevato quando, nel corso della Cavo-Bagnaia, frazione cronometrata conclusiva, è arrivato “lungo” ad un tornante molto insidioso, finendo fuori strada e stop, fine dei giochi. Un epilogo amaro, certo, alla luce dell’odierna gran performance e del conseguente terreno recuperato, ma per fortuna senza gravi conseguenze. D’altronde, non che il finale del venerdì agonistico (una foratura alla gomma anteriore destra e il cellulare di Guagliardo che, staccatosi dal supporto, gli è più volte finito, letteralmente, tra i piedi infilandosi sotto i pedali di freno e acceleratore) fosse andato meglio, ma tant’è…

 

Da registrare, altresì, nella giornata di venerdì, l’impegno concluso anzitempo per l’altro veloce alfiere panormita Natale Mannino, all’esordio sugli ostici asfalti elbani, e coadiuvato alle note dal concittadino Giacomo Giannone, su Porsche 911 Sc curata dal team Guagliardo. Il gentleman driver isolano, al rientro dopo la vittoria conseguita alla titolata “Cefalù-Gibilmanna” nel giugno scorso, infatti, è stato costretto, suo malgrado, a sventolare bandiera bianca per problemi di salute poco dopo il via della quarta frazione cronometrata.

 

Visite: 213

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI