Rally del Rubinetto; Island Motorsport nella Top Ten

NEL NOVARESE, NONOSTANTE PRECARIE CONDIZIONI FISICHE, DECIMA PIAZZA ASSOLUTA PER IL PORTACOLORI LOCALE MARCO CAVIGIOLI (PEUGEOT 208 T16 R5), NAVIGATO PER L’OCCASIONE DAL RIENTRANTE FRANCESCO GROSSINI

 

San Maurizio d’Opaglio (No), 19 ottobre 2015 – Nonostante precarie condizioni fisiche abbiano pesantemente condizionato l’intera performance, il locale Marco Cavigioli, portacolori della scuderia siciliana Island Motorsport, è riuscito ad agguantare in extremis la decima piazza assoluta al 22° Rally del Rubinetto, ultimo atto stagionale del Trofeo Rally Nazionali di zona, andato in scena lo scorso fine settimana nell’entroterra del Novarese.

 

«Trattandosi della gara di casa e volendo celebrare i miei 30 anni di carriera, ho deciso di onorare l’impegno prendendo comunque il via, seppur febbricitante – ha raccontato un provato Cavigioli all’arrivo – Se si fosse trattato di un’altra competizione, avrei dichiarato subito forfait».

 

Una due giorni agonistica, indubbiamente, un po’ tribolata per l’esperto pilota sammauriziese che, affiancato nell’abitacolo dal concittadino, nonché, suo navigatore storico Francesco Grossini (al rientro per l’occasione), ha debuttato al volante della Peugeot 208 T16 R5 gommata Yokohama e preparata dalla GMA Racing.

 

«Abbiamo affrontato con discreto piglio le prime due prove spettacolo, prologo del sabato, – ha proseguito Cavigioli – Di certo non con il passo più adatto, ma non ero in condizione. L’indomani (domenica ndr), invece, ho pagato dazio per un’errata scelta di gomme, tanto da disputare l’intero primo giro (le tre frazioni cronometrate di Prelo, Mottarone e Armeno) con pneumatici da bagnato ma su un fondo asciutto. Tant’è che, nel primo passaggio della ‘Prelo’, ho picchiato col posteriore perdendo oltre un minuto».

 

Pur sostituiti i pneumatici, seri problemi d’assetto della vettura hanno condizionato anche il secondo giro di Cavigioli, giratosi tre volte nella ripetizione della Prelo e sempre più distante, suo malgrado, dalle posizioni nobili della classifica generale. Un gap che, il driver piemontese, è riuscito comunque a ridurre nelle battute finali in virtù di una buona rimonta, tanto da inserirsi nella top ten.

 

 

 

 

Classifica finale 22° Rally del Rubinetto

  1. Caffoni-Minazzi (Ford Fiesta R5) in 49’03”3; 2. Miele-Grimaldi (Ford Fiesta R5) a 14”7; 3. Pinzano-Zegna (Peugeot 208 T16 R5) a 40”4; 4. Boroli-Vercelli (Subaru Impreza Wrx) a 1’29”4; 5. Margaroli-Dresti (Peugeot 208 T16 R5) a 1’36”1; 6. Patera-Caimorano (Ford Fiesta R5) a 1’36”7; 7. Comparoli-Stivanello (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 2’05”4; 8. Lombardi-Bianchetti (Renault Clio S1600) a 2’38”9; 9. Pizio-Simonini (Renault Clio R3) a 3’14”1; 10. Cavigioli-Grossini (Peugeot 208 T16 R5) a 3’27”5.
Visite: 378

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI