RALLY DEL CASENTINO IN AGRODOLCE PER LA PROJECT TEAM NEL TERZO DI QUATTRO ROUND DELL’IRCUP, TERZA PIAZZA D’ONORE CONSECUTIVA

RALLY DEL CASENTINO IN AGRODOLCE PER LA PROJECT TEAM
NEL TERZO DI QUATTRO ROUND DELL’IRCUP, TERZA PIAZZA D’ONORE CONSECUTIVA
DI CATEGORIA PER RUNFOLA-FEDERIGHI (RENAULT CLIO R3)
BELLI-ALBERTINI (MITSUBISHI LANCER EVO X R4), INVECE, STOPPATI DALLA ROTTURA DEL DIFFERENZIALE

Bibbiena (Ar), 8 luglio 2018 – Una trasferta in agrodolce, quella archiviata dalla scuderia Project Team reduce dal 38° Rally Internazionale del Casentino, terzo di quattro appuntamenti della International Rally Cup Pirelli, andato in scena nell’Aretino lo scorso fine settimana.
A gioire dell’epilogo, indubbiamente, è stato il portacolori Marco Runfola, al volante della Renault Clio R3 della SMD Racing. Il talentuoso pilota di Cefalù, infatti, seppur all’esordio sui selettivi asfalti toscani (che, nella due giorni di gara, hanno mietuto “vittime” eccellenti anche tra i tanti big presenti) e nuovamente in coppia con la massese Corinne Federighi, tanto nell’abitacolo quanto nella vita, si è confermato sul secondo gradino del podio di una combattuta classe R3C, fotocopiando i piazzamenti già conseguiti al “Lirenas” e al “Taro” (sempre al debutto in ambedue le occasioni), precedenti round della prestigiosa serie.
«Tutto sommato, è andata abbastanza bene – ha puntualizzato uno sfiancato ma soddisfatto Runfola – Al di là di qualche problema accusato ai freni durante le frazioni cronometrate più lunghe dove, giocoforza, abbiamo dovuto amministrare, nei tratti più brevi siamo risultati più competitivi. Dei tre impegni dell’IRCup si qui affrontati, posso affermare senza alcun dubbio che il ‘Casentino’ si è rivelato il più ostico in assoluto e ritengo che, nell’ambito di una prima partecipazione, non si potesse fare di meglio. Considerando, in particolar modo, tanto la qualità degli avversari quanto la loro esperienza su queste strade».
Ha fatto da contraltare, invece, la più che motivata delusione dell’altro alfiere, l’esperto Marco Belli, presentatosi al via su Mitsubishi Lancer Evo X della LB Tecnorally e resosi subito protagonista con lo scratch messo a segno nella prova spettacolo del venerdì. Il giorno seguente, il driver reggiano, coadiuvato alle note dal fido Andrea Albertini, purtroppo è stato costretto a dichiarare forfait per la rottura del differenziale verificatasi all’uscita del riordino e poco prima di disputare la prima “speciale” del sabato. Un intoppo, del tutto inatteso, che ha stoppato la cavalcata, sin qui, trionfale di Belli che sarà obbligato a vincere la categoria d’appartenenza nell’atto finale del Rally di Valtellina (come già fatto, d’altronde, al “Lirenas” e al “Taro”) per conquistare matematicamente il titolo IRCup 2018 nel gruppo R4 – N4 – R3D – ProdS4.

Visite: 316

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI