Rally al Rally del Ciocco Campedelli fa la sua prima tornata, sfortunati Riolo e Nucita

C.I. Rally: Campedelli fa sua la prima tornata, Pollara super ufficiale, sfortunati Riolo e Nucita

A scaldare gli animi dei tanti appassionati che si sono riversati sulle prove speciali della 40^ edizione del rally “Il Ciocco e Valle del Serchio”, prova inaugurale del Campionato Italiano Rally 2017, svoltasi in Toscana nel fine settimana appena trascorso, i migliori piloti italiani e non solo. Come da pronostici l’uomo da battere (specie) sulle sue strade si è confermato il garfagnino nove volte Campione Italiano Rally Paolo Andreucci al volante della Peugeot 208 T16 R5 del Team Peugeot Sport Italia, che ha dominato l’intera kermesse, vincendo la prima tappa dopo un duello entusiasmante con il romagnolo Simone Campedelli, del Team Orange, al volante della Ford Fiesta Evo R5, che fin dalle battute iniziali ha messo in bella mostra le personali capacità tecniche, insieme al potenziale della vettura, infatti, i distacchi crono tra i due sono stati vicini in ogni speciale. Il Clamoroso colpo di scena è arrivato durante la Prova Speciale 15, la terz’ultima della seconda tappa, dove a causa della rottura del motore Paolo Andreucci e Anna Andreussi, sono stati costretti al ritiro e rimandare i sogni di gloria al prossimo rally tricolore di sanremo.

Quindi via libera per l’impeccabile Simone Campedelli, navigato da Pietro Ometto, che hanno raccolto una vittoria insperata, la prima per loro, in una gara della massima serie. Sul secondo gradino del podio assoluto uno strepitoso Michelini, coadiuvato alle note da Perna, su Ford Fiesta R5 della Movisport, che dopo qualche difficoltà di troppo nella giornata di sabato, è stato bravo anche a sfruttare i ritiri degli equipaggi che lo precedevano. A completare il podio di una gara difficile e selettiva il bravo Perico, assistito da Turati, a bordo della Skoda Fabia R5 curata dal Team Autoservice Sport. Sfortunata invece la gara delle altre due Skoda R5 in gara, condotte dal veronese Umberto Scandola e dal messinese Andrea Nucita, costretti ad attaccare per recuperare le penalità comminate dai commissari di gara. Il veronese della Car Racing è arrivato troppo presto ad un controllo orario, mentre, il siciliano della Phoenix afflitto da problemi fin dalle battute iniziali, ha dovuto sostituire il cambio al parco assistenza, uscendo in ritardo.

Infine hanno avuto la stessa sorte che li ha visti costretti al ritiro, nonostante una gara volta all’attacco, dove, proprio il siciliano Nucita, ha lottato con i denti riuscendo a vincere durante tappa 2 la prova speciale “Coreglia”. Gara in salita anche per l’equipaggio portacolori della Cst Sport, formato dai palermitani Totò Riolo e Gianfranco Rappa, che hanno esordito tra le fila del Trofeo Abarth 124 Rally. Dopo aver vinto lo stage notturno d’apertura svoltosi venerdì 17 a Forte dei Marmi, ad altre 8 prove speciali su 12, disputate durante la giornata di sabato a bordo della Abarth 124 Rally, equipaggiata con pneumatici Michelin e curata dalla Bernini Rally, nel terzo settore cronometrato hanno accusato noie alle sospensioni con la rottura della barra stabilizzatrice costata secondi preziosi. Autori di una spettacolare rimonta, (che fa ben sperare per il prosieguo) hanno fatto registrare vittorie su vittorie e tempi di tutto rispetto, che però non sono bastati per la vittoria di tappa, che li ha visti chiudere al secondo posto di categoria. Il ritiro definitivo è arrivato domenica proprio sull’ultima prova “Coreglia” a causa della rottura del differenziale, lasciando così la vittoria ad Andolfi e Menchini, su vettura gemella. Esordio stellare, invece, per il palermitano di Prizzi vice campione Italiano rally junior e vincitore della Michelin R2 Rally Cup 2016 Marco Pollara, affiancato dall’esperto messinese di Librizzi Giuseppe Princiotto, già campione Italiano rally junior e produzione. Il duo ufficiale del Team Peugeot Sport Italia è stato autore di una gara impeccabile che li ha visti primi nella under 25 e vincitori nel tricolore due ruote motrici, con un impensabile 9° posto nella classifica assoluta; che fa ben sperare per il prossimo appuntamento in programma dal 30 marzo al 2 aprile, che si svolgerà nella Città dei fiori di Sanremo. Competizione dal passato “mondiale” valida per il Campionato Italiano Rally, di cui sarà la seconda prova, per il Campionato R1, il Campionato Regionale, l’Ert Alpine Rally Trophy, i Trofei Suzuki, Twingo R1 Top, Trofeo R3T Top, Trofeo Lady Renault, Trofeo Abarth 124 Rally, e la prima prova del Campionato Italiano Rally Junior.

Foto Pegoraro Ivan, Totò Riolo e Giafranco Rappa, su Abarth 124 Rally

Sebastian Feudale

Visite: 147

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI