Rally, al Baja San Marino la Island Motorsport tiene Botta

San Marino, 12 luglio 2015 – Nonostante un “imprevisto” che avrebbe potuto compromettere ulteriormente la gara, l’equipaggio della scuderia siciliana Island Motorsport formato da Andrea Luchini e Piero Bosco ha concluso sesto assoluto al termine della 3ª Baja San Marino, secondo appuntamento stagionale del Campionato italiano Cross Country Rally, andato in scena sugli ostici sterrati della Repubblica del Titano.

 

La coppia tosco-piemontese, a bordo della Suzuki New Grand Vitara del team Poillucci, infatti, ha ben limitato i danni riuscendo a consolidare la leadership nel Gruppo T2 e nel Suzuki Challenge, chiudendo terzi sia nella categoria di appartenenza che nel monomarca. Ma cos’è accaduto?

 

«Sabato, dopo aver svettato nel primo passaggio della ‘Sant’Agata Feltria’ (prima prova speciale delle otto disputate nella due giorni ndr), un errore di valutazione del road book ci ha condotto nella direzione sbagliata, tanto da giungere in ritardo al riordino previsto. Un ritardo che ci è costato 21 minuti di penalità – ha raccontato Luchini – Giocoforza, una volta compromessa la lotta al vertice, abbiamo affrontato l’intera prima tappa a ritmi blandi, senza rischiare nulla. Contava solo tagliare il traguardo per prender punti, soprattutto in ottica Suzuki Challenge».

 

La seconda e ultima tappa odierna, invece, ha visto Luchini-Bosco imporsi nel primo degli ultimi due tratti cronometrati in programma (due passaggi della storica e impegnativa “Sestino”).

 

«Quest’oggiAggiungi un appuntamento per oggi, invece, non ho resistito al fascino della ‘Sestino – ha aggiunto Luchini – Una prova talmente bella che meritava il giusto approccio: ovvero, andare a tutto gas. Quantomeno, mi son divertito».

 

Archiviata la Baja sammarinese, la serie tricolore riaprirà i battenti nel settembre prossimi, con la disputa della Baja FIF.

 

 

 

Classifica finale assoluta 3ª Baja San Marino

  1. Codecà-Fedullo (Suzuki Grand Vitara 3.6) in 1h46’05”; 2. Lolli-Facile (Suzuki New Grand Vitara) a 53”; 3. Cantarello-D’Archi (Suzuki New Grand Vitara) a 6’30”; 4. Morra-Abbondi (Mitsubishi Pajero) a 11’; 5. Ananasso-Musi (Mitsubishi Pajero) a 16’23”; 6. Luchini-Bosco (Suzuki New Grand Vitara) a 24’14”; 7. Grossi-Mengarelli (Land Rover Defender) a 1h30’24”; 8. Mancusi-Manfredini (Mitsubishi Pajero) a 1h37’59”.
Visite: 490

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI