Questura Enna, ennese condannato in via definitiva della reclusione

Ennese condannato in via definitiva alla pena della reclusione ed arresto per reati inerenti il patrimonio, truffe aggravate. Gli uomini della Squadra Mobile di Enna hanno eseguito l’arresto a seguito di Ordine di Esecuzione per l’espiazione della pena.

Nella giornata di ieri, gli uomini della Squadra Mobile di Enna – diretti dal V.Q.A. Dr. Gabriele Presti e coordinati dal Commissario Capo Dr. Emanuele Vaccaro –hanno proceduto a dare esecuzione all’Ordine di Esecuzione per l’espiazione di pena detentiva, in regime di Detenzione Domiciliare, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Enna, a carico di Garofalo Filippo, classe 1971, in seguito alla sentenza – emessa nell’ottobre 2016 – con cui l’ennese è stato condannato dal Tribunale di Enna, alla pena della reclusione per mesi 6 e di arresto per mesi 2, ed alla multa di 400 €, in quanto riconosciuto colpevole di reati contro il patrimonio, truffe commesse con mezzi informatici.

La vicenda giudiziaria che ha visto coinvolto il GAROFALO è così giunta alla sua conclusione, con una condanna– che l’ennese dovrà scontare in regime di detenzione domiciliare – per un periodo di mesi 6 più 2, come da provvedimento esecutivo notificato dagli uomini della Squadra Mobile di Enna.

Visite: 496

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI