Putin in soccorso della Grecia, l’opinione di Angiolo Alerci

Nella mia nota pubblicata su questa stessa rubrica il 4 aprile scorso dal titolo “La Grecia e l’Europa” , dopo avere sottolineato il gioco diplomatico che si sviluppava e continua a svilupparsi tra la Grecia e l’Europa, nel tentativo di salvare la Grecia da una possibile fallimento, concludevo che Tsipras certamente avrebbe intavolato rapporti con il Presidente Putin, da usare come arma di ricatto nei confronti dei “duri” della Commissione europea.

Il giorno 19 aprile, dopo solo quindici giorni della pubblicazione della predetta nota il Giornale di Sicilia pubblicava un articolo col seguente titolo “ Putin pronto a dare ad Atene 5 miliardi”.

Nella mia nota pubblicata il 13 giugno 2015 dal titolo “Matteo dalle parole ai fatti”, nel criticare l’irresponsabile comportamento dell’Europa per quanto concerne la gestione dei migrati, nota trasmessa via mail al Presidente del Consiglio che ne ha preso visione alle ore 14,12 dello stesso giorno, come risulta dalla ricevuta pervenutami, nel sottolineare gli enormi costi che l’Italia da anni sostiene nella completa indifferenza dell’Europa, suggerivo di dissociarsi dalle sanzioni poste nei confronti della Russia dal momento che il Presidente Putin, nel suo discorso fatto in occasione della visita all’expo, aveva sottolineato che le sanzioni erano costate alle imprese italiane oltre un miliardo di euro.

Non si può e non si deve ancora accettare la solidarietà a senso unico.

I media hanno informato che Tsipras è stato invitato da Putin a partecipare oggi ad un importante forum di San Pietroburgo, dove si parlerà anche del Turkish stream relativo alla costruzione di un nuovo gasdotto, ed al forum pare sia stato invitato anche il Presidente Renzi.

Forse qualcosa si muove nella giusta direzione.

Visite: 552

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI