Procura della Repubblica di Gela rinvio a giudizio per problematiche rifiuti

La Procura della Repubblica di Gela ha esercitato l’azione penale con
richiesta di rinvio a giudizio, depositata presso l’ufficio GIP del Tribunale di Gela,
nell’ ambito del procedimento penale instaurato nell’ aprile c.a. a seguito
dell’ accumulo indiscriminato nel territorio del Comune di Gela di un ingente
quantità di rifiuti, non raccolti ed in parte date alle fiamme, con conseguenti
pericoli igienico-sanitari per la popolazione.
Le contestazioni riguardano fattispecie di reato – nei confronti del Sindaco,
del Vice Sindaco ed Assessore alla Tutela Ambientale e del Dirigente del Settore
Ambiente del Comune di Gela – di rifiuto ed omissione di atti di ufficio [art. 328
c.p.] e nei confronti del rappresentante legale della società TEK.R.A. Servizi
Ambientali s.r.l. aggiudicataria della gara di appalto in materia di rifiuti, per il
reato di interruzione di servizio di pubblica necessità [art. 331 c.p.].
Le indagini preliminari sono state delegate congiuntamente alla
Compagnia Guardia di Finanza e al Nucleo Operativo Carabinieri di Gela.

Visite: 210

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI