Procura della Repubblica di Gela Misura cautalare in carcere per abusi sessuali

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Gela ha chiesto e ottenuto dal G.I.P. presso il medesimo Tribunale la misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di F.Z., resosi responsabile del reato di violenza sessuale aggravata dall’essere stata commessa su una minore di anni 14.
La richiesta del P.M. ha evidenziato una serie di episodi circostanziati nel corso dei quali la minore è stata abusata dall’indagato, anche con promesse di regali; ha, inoltre, evidenziato lo stato di assoggettamento della minore nei confronti dell’indagato, frutto di una capacità manipolatrice e intimidatoria che è stata esercitata sfruttando l’ingenuità e l’età della ragazza. I poliziotti del Commissariato i Niscemi, dopo aver arrestato l’uomo, lo hanno condotto al carcere di Gela a disposizione dell’A.G.

Visite: 170

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI