Orgoglio per lo sport locale. “L’ennese” Liliana Granulic nello Staff Tecnico azzurro della pallamano femminile italiana

Malgrado abbia chiuso i battenti ormai da diversi anni (anche ci sono remote speranze che possa risorgere), l’eredità lasciata alla citta dal movimento della pallamano femminile è ancora di notevole valore. Infatti dopo l’elezione dell’ex giocatrice ennese Anna Lattuca nel ruolo di consigliere nazionale in seno alla Federpallamano un’altra nostra “concittadina” Liliana Granulic andrà a rivestire un altro importante ruolo federale. Infatti la croata cui la città di Enna nel 2005 gli ha conferito la cittadinanza onoraria per meriti sportivi (due Scudetti e due Coppe Italia vinti da allenatrice della De Gasperi Enna tra la fine degli anni 90 e l’inizio del terzo millennio) è entrata a far parte dello staff tecnico azzurro femminile ricoprendo il ruolo di allenatrice della selezione under 17 che di fatto è poi il gruppo su cui sarà costruita la nazionale maggiore. Liliana che ormai da quasi 10 anni si e trasferita a Mantova dove allena in A2 ha già ricoperto il ruolo di tecnico della nazionale italiana dal 2004 al 2008. Ma pare che adesso ci siano maggiori motivazioni. “Riparto per questa nuova avventura con più ottimismo – ci dice rintracciata al telefono – c’è da fare tanto lavoro. Ma non mi sono mai preoccupata più di tanto. Sono convinta che il lavoro alla lunga paga ed io sono una persona che per mia cultura vuole sempre lavorare”. Tra l’altro la presenza ennese in nazionale e ancora più corposa visto che come una delle tue collaboratrici nello staff azzurro ti sei scelta Elena Barani oggi in forza al conversano e una delle giocatrici più forti in assoluto nella storia della pallamano femminile italiana e giocatrice simbolo con te del miracolo De Gasperi Enna. “Si ho scelto Elena perchè la conosco bene ed oltre ad essere ancora oggi una giocatrice tra le piu forti in Italia è una atleta che ha una grande cultura del lavoro. Una atleta che può insegnare molto sia tecnicamente che come motivazioni alle giovani leve”. Tu sei una ennese a tutti gli effetti e per questo la tua nomina nella nazionale e un orgoglio per tutta la citta di Enna. I tuoi ricordi di Enna dove purtroppo in questo momento non ce movimento della pallamano femminile. “Enna è la mia città e non potrò mai dimenticarla -conclude -ci ho vissuto sia da giocatrice che da allenatrice dal 1987 al 2005 raggiungendo traguardi incredibili. Ho sempre ricevuto molto affetto dagli ennesi. So che in questo momento non ce movimento femminile.ma sono sempre ottimista e sento dentro di me la pallamano femminile a Enna ritonerà” Auguri Liliana.

Visite: 2777

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI