“Ponte dei Sospiri”, la candidata del M5S Elena Pagana replica al Libero Consorzio di Enna

In merito alla nota pervenuta da parte del Libero Consorzio di Enna, avente ad oggetto l’effrazione del Cantiere da parte di persona identificata, in merito al ponte sulla SP22 a seguito della pubblicazione del video “il ponte dei sospiri”, Elena Pagana, in qualità di titolare della pagina che ha pubblicato il video in questione, tiene a precisare che nessuna effrazione è stata perpetrata ai danni del cantiere poiché l’effrazione presuppone la “forzatura di un sistema di chiusura o di un dispositivo di sicurezza” che nel caso di specie era assente; è nella stessa finalità del video la denuncia della mancanza di idonee misure di sicurezza: l’area di cantiere risultava infatti priva delle misure previste dalla legge (recinzioni, mezzi di illuminazione lampeggianti o rifrangenti, barriere atte a delimitare l’area ed impedirne il passaggio). Considerato quindi che l’area risultava liberamente accessibile da tutti, nessun illecito è stato posto in essere; piuttosto si invita i soggetti responsabili a vario titolo a delimitare la zona interessata impedendo il facile accesso in rispetto alle misure minime di sicurezza in rapporto ai rischi previste dalla legge. Si precisa inoltre che i progetti sono stati videoripresi con estrema facilità senza, ancora una volta, alcuna effrazione, poiché la finestra dell’ufficio di cantiere era aperta. Pertanto, lieta dell’attenzione ritrovata per il “ponte dei sospiri” auspico che chi di dovere oltre all’immediata messa in sicurezza, provveda al completamento dei lavori, riaffidando i lavori (come comunicato nella nota che si riscontra) nel più breve tempo possibile e in ossequio ai principi di trasparenza e buona fede.
Cordialità, Elena Pagana

Visite: 1591

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI