POLO TECNICO DEL COMUNE, PER I GEOMETRI PALERMITANI È UN DISASTRO.

POLO TECNICO DEL COMUNE,
PER I GEOMETRI PALERMITANI È UN DISASTRO.
IL PRESIDENTE GAROFALO :
“IL SINDACO TRASCORRA UNA GIORNATA NEGLI UFFICI
PER RENDERSI CONTO DEI DISAGI”

Gli uffici comunali dell’Edilizia privata e del Condono edilizio nel mirino del Collegio dei Geometri e Geometri laureati della provincia di Palermo che, attraverso una nota del presidente Carmelo Garofalo, critica la gestione di due delle realtà di punta del polo tecnico municipale.
“Spiace rilevare – afferma il presidente – che le proposte avanzate dal Collegio mesi fa, oggetto di apprezzamento e interesse nel corso della campagna elettorale che ha visto la rielezione del sindaco Leoluca Orlando, siano successivamente state archiviate e addirittura ignorate, alla luce dei disagi che caratterizzano l’attuale gestione di alcuni uffici nevralgici per la vita amministrativa, produttiva ed economica della città”.
Le criticità rilevate dal Collegio riguardano molteplici aspetti, a partire dall’organizzazione del lavoro e dei ruoli assegnati ai dirigenti tecnici; ci sarebbe inoltre un sovraccarico di lavoro per i funzionari, il cui numero risulterebbe inconsistente rispetto alle esigenze dell’utenza.
“Si registra la drammatica assenza di dirigenti tecnici in grado di coordinare il lavoro negli uffici – spiega il presidente – e ciò determina purtroppo, congiuntamente alla mancanza di azioni formative per i funzionari, la situazione attuale”.
“Il cosiddetto spoils system, ovvero la rotazione dirigenziale – chiarisce Garofalo – ha un senso solo se garantisce la continuità nella lavorazione delle pratiche: purtroppo accade esattamente il contrario, e ciò provoca perdite di tempo e lungaggini che costringono i cittadini a snervanti attese, talvolta anche immotivate o legate a futili motivi per i quali sulle pratiche viene bollata la dichiarazione di inefficacia”.
“Non mettiamo in discussione la professionalità dei dirigenti né tantomeno la loro dedizione al lavoro – precisa il presidente – riteniamo semplicemente che alcuni di essi abbiano maturato competenze diverse, in virtù delle quali la loro destinazione dovrebbe essere ben altra, non certo quella del polo tecnico”.
Secondo Garofalo, Edilizia privata e Condono edilizio sarebbero accomunati dalle stesse problematiche, in primis il mancato rispetto dei termini dell’istruttoria; in particolare, negli uffici della prima mancherebbe una piattaforma telematica efficace, in quelli del secondo vi sarebbero anche disagi legati all’assenza di una dotazione adeguata degli strumenti finalizzati allo svolgimento del lavoro, a partire dalle fotocopiatrici, alcune delle quali non funzionanti.
“In entrambi gli uffici – aggiunge – nessuna delle richieste avanzate dal Collegio viene presa in considerazione, malgrado i nostri suggerimenti, riguardanti soprattutto la velocizzazione delle pratiche burocratiche, siano stati considerati in passato più che opportuni, come testimonia il recepimento di alcune delle nostre indicazioni da parte degli uffici del SUAP che, seppure tra notevoli difficoltà, garantiscono comunque la regolare erogazione dei servizi”.
“Invitiamo il primo cittadino Orlando a trascorrere un’intera giornata negli uffici tecnici – conclude Garofalo – per rendersi conto in prima persona delle disfunzionalità in atto: noi rimaniamo disponibili al confronto, malgrado la delusione subita per il mancato decollo del tavolo costituito dai professionisti che, nelle stesse intenzioni del sindaco, avrebbe dovuto tenersi periodicamente al fine di assicurare l’interlocuzione tra amministrazioni e Ordini professionali”.

Visite: 279

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI