Podismo, Bernard Chumba vince il trofeo Città di Ravanusa

Tanta Africa ma anche tanta buona Sicilia al 23° Trofeo podistico ACSI Città di Ravanusa. Vince il keniano Bernard Chumba. Terzo, primo degli italiani, l’atleta di Mazzarino Davide Ragusa. Tra le donne si conferma  Clara Tasca.

E’ il kenia la nazione che firma la 23° edizione del Trofeo podistico Acsi Città di Ravanusa che si è disputato ieri pomeriggio a Ravanusa. A tagliare per primo il traguardo è stato infatti Bernard Chumba, tesserato in Italia con l’Atletica Castello, che in volata ha battuto il rwandese Uwageneza  Jean. Al terzo posto l’atleta di Mazzarino tesserato per l’Atletica Futura Firenze, Davide Ragusa. Gara molto bella, scandita dagli alti ritmi imposti dai battistrada e dal tifo di un pubblico tanto numeroso quanto caloroso, pronto a spingere l’atleta siciliano verso quella che poteva essere un’impresa. Impresa che Ragusa ha cercato imponendo sin dallo start un ritmo incalzante anche per i due atleti africani, che solo poco prima di metà gara hanno rotto gli indugi, prendendo in mano la regia della sfida. Un inizio scoppiettante, dicevamo che ha sorpreso i “colored” con  protagonista anche Michele Cacaci (Casone Noceto), giunto poi quarto più staccato.  Esaltante poi la sfida a tre, con l’ultimo dei sette giri previsti che non è servito a Davide Ragusa per riacciuffare neanche la piazza d’onore. Chumba (vincitore della Notturna di San Giovanni a Firenze) ha così chiuso in 20’31”.  Stesso tempo, ma secondo posto per Uwagenez. Gradino più basso del podio per Davide Ragusa, per lui il tempo finale di 20’43”.

In precedenza, si era disputata una passeggiata per ricordare Giovanni Giarrana scomparso quest’anno all’età di 71 anni e salito agli onori della cronaca per aver raggiunto la sua città natale, Ravanusa, a piedi dalla Svizzera; subito dopo il via alla competizione con la batteria dedicata  alle donne e agli uomini over SM45. Tra le donne vittoria della giovanissima Clara Tasca (Young Runner Gela) che ha bissato così il successo ottenuto lo scorso anno; 18 minuti netti il tempo per l’allieva di coach Massimo Bianca; a Clara anche il premio Francavilla. Buon secondo posto per una mai doma Giusy Chiolo (Atletica Mazzarino) che ha chiuso i 5 giri previsti in 18’26”.  Terzo posto per l’atleta sarda Valeria Sailis(Atletica Dolianova) che ha fermato il crono a18’56”.  La batteria è stata vinta, da Carmelo Cannì (SM50) della Green e Sport Gela in 17’18.  Tra i Cadetti vittoria di Mario Bianca (a lui il trofeo Mega Hobby), tra le cadette successo di Angela Pagano (Atletica Mazzarino); tra gli Allievi vittoria di Samuele Licata, tutti “gioiellini” della Young Runner Gela. La manifestazione è stata organizzata dalla “Pro Sport’”di Ravanusa con il patrocinio dei comitati nazionali e regionale dell’ACSI e del  Comune di Ravanusa. Una gara che è ormai storia consolidata  del panorama podistico nazionale e che può contare sulla perfetta direzione d’orchestra del presidente della Pro Sport Ravanusa, Giancarlo La Greca coadiuvato dal suo staff. Fattiva anche la presenza dell’amministrazione comunale con in testa il primo cittadino di Ravanusa Carmelo D’Angelo. Chicche dell’edizione 2015 la presenza di Pippo Leone presidente del comitato organizzatore dei prossimi Campionati Italiani Assoluti e giovanili, in programma a Trecastagni il prossimo 12 settembre, e quella come testimonial, di Salvatore Antibo che ha elargito in quantità sorrisi e foto ricordo, copertina di una  manifestazione già da oggiAggiungi un appuntamento per oggi proiettata verso l’edizione 2016.

Visite: 676

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI