Piazza Armerina progetto I Art, prossimi appuntamenti il mosaico ed il cinema d’autore siciliano

Il mosaico e il cinema siciliano d’autore saranno i protagonisti del prossimo doppio appuntamento targato ‘I Art: Il Polo diffuso per le Identità e l’arte contemporanea in Sicilia’ a Piazza Armerina, comune partner dell’importante progetto regionale per la promozione dell’identità siciliana attraverso l’arte contemporanea.

Giovedì 3 Settembre pomeriggio Monte Prestami, sede del Centro Culturale Polivalente, ospiterà un laboratorio di mosaico per bambini dai 6 ai 12 anni a cura di “Bentornato Artigianato”. Ventuno piccoli apprendisti mosaicisti provenienti da Piazza Armerina, Aidone ed Enna saranno accompagnati in un breve percorso di conoscenza del mosaico, curato da Serena Raffiotta nella duplice veste di archeologa e assistente del CCP I Art, cui seguirà la realizzazione di piccoli mosaici sotto la guida esperta dell’artigiano Lorenzo Camiolo. A soli due giorni dal lancio delle iscrizioni tramite i social network, il laboratorio ha immediatamente registrato il tutto esaurito, gratificando l’impegno profuso dall’amministrazione comunale per l’organizzazione e insieme dimostrando il grande interesse dei più giovani verso iniziative culturali a loro dedicate.

Venerdì 4 Settembre, invece, sarà la volta del cinema indipendente siciliano con la proiezione al Teatro Garibaldi, alle h. 19 con ingresso libero, di due docufilm dei registi Tilde Di Dio e Davide Vigore, che interverranno per raccontare la genesi dei loro lavori. I due film lo scorso Maggio sono stati presentati a Catania al Sicily “Est” Festival (Sicilia è cinema), il Festival del cinema I Art organizzato dall’associazione Entr’Acte per promuovere le produzioni di autori siciliani ambientate nell’isola.

Di la dal muro’, firmato dalla regista xibetana Tilde Di Dio, è prodotto nel 2012 dal Centro Territoriale Permanente dell’Istituto Comprensivo E.De Amicis di Enna nell’ambito di un progetto in collaborazione con la Casa Circondariale del capoluogo, all’interno della quale il documentario è interamente girato. Attraverso una serie di interviste, i carcerati raccontano della loro vita quotidiana, dei loro affetti più cari e delle persone che rappresentano per loro la speranza e la forza per trasformare un’esperienza così triste e dolorosa in un momento di profonda riflessione e cambiamento. Il film nel 2013 ha ricevuto al Parlamento Europeo di Bruxelles una menzione di particolare merito nell’ambito del Concorso nazionale ‘Quel fresco profumo di libertà’ indetto dal Centro Studi “Paolo Borsellino” e dalla Direzione Generale per lo Studente del MIUR.

Chi vuoi che sia’ di Davide Vigore, giovanissimo promettente regista ennese, è prodotto nel 2013 dal Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo. Ambientato nello storico quartiere di Ballarò, racconta la travagliata storia d’amore della coppia omosessuale Massimo e Gino, un’unione che ha generato sofferenza, decisioni importanti, emarginazione ma nello stesso tempo ha portato gli stessi protagonisti a diventare modello per tanti altri. Inserito nella classifica dei venti documentari italiani più premiati con ben 11 premi, il film ha partecipato a diversi concorsi tra cui ‘Per…corti alternativi’ (2013), ‘Parma Video Film Festival’ (2013), ‘Floridia Film Fest’ (2013), ‘Omovies Film Festival’ (2013), ‘Festival del Cinema Invisibile’ (2013), ‘Film Festival Unlimited Erice’ (2014), ‘Corto Tendenza’ (2014), ‘Kamarina Film Festival’ (2014). È stato anche selezionato ai ‘David di Donatello’ 2014.

Visite: 434

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI