Piazza Armerina, il 6 ottobre “Extra Moenia- Villa senza confini”

Polo Regionale di Piazza Armerina, Aidone ed Enna per i siti culturali.

Parchi Archeologici della Villa Romana del Casale e di Morgantina

EXTRA MOENIA. Villa senza confini” – Sicilia
Workshop del 06 ottobre 2016 – ore 10.30

Si terrà giovedì 06 ottobre, presso Palazzo Trigona della Floresta di Piazza Armerina, il secondo e ultimo workshop del progetto “Extra Moenia. Villa senza confini” nella sua attuazione siciliana, promosso dal Museo Regionale della Villa Romana del Casale e le cui attività operative si sono concluse lo scorso 30 aprile.

Extra Moenia. Villa senza confini”, nella prima azione pilota, svoltasi a Milano per la naturale concomitanza dei temi trattati da EXPO 2015, è stato attuato da Éupolis Lombardia con il coinvolgimento del l’Istituto Professionale Servizi per L’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera A. Vespucci, il SiR (Solidarietà in Rete) e la NABA (Nuova Accademia di Belle Arti). In particolare, attraverso attività didattiche e la progettazione di un ricettario a tema romano, è stata presentata la Villa Romana del Casale a giovani, residenti in altri luoghi, in condizione di disabilità psico-fisica.

Il secondo step in Sicilia, gestito direttamente dal Museo Regionale della Villa Romana del Casale, ha proiettato ancora una volta il sito UNESCO in una dimensione di “inclusione” sociale e di integrazione culturale, offrendo i propri temi storico-artistici alla fruizione conoscitiva da parte dei migranti provenienti dall’Africa e dal Medio Oriente. Si sono ricostruite le radici del “Mare Nostrum”, che legano le popolazioni del bacino mediterraneo alla Sicilia, facendo in modo che i destinatari del progetto potessero riconoscere il legame profondo che li lega all’isola, crocevia in epoche remote di notevoli scambi artistici, di cui la Villa del Casale è emblema.

Alla luce del primo step, il tema portante delle operazioni progettuali è stata l’antica cucina romana che viene richiamata da alcuni aspetti artistici della residenza tardo-antica di Piazza Armerina, mettendo in evidenza le affinità con i capisaldi della cosiddetta “Dieta Mediterranea”, filo conduttore che lega l’arte culinaria dei molteplici popoli del Mediterraneo. I destinatari di “Extra Moenia. Villa senza confini” – Sicilia, dopo aver approfondito con lezioni in aula gli aspetti enogastronomici di età romana, prendendo come spunto i mosaici o gli ambienti del sito archeologico di Piazza, sono stati anche coinvolti, tramite dinamiche di “cooperative learning”, nella realizzazione di uno scambio interculturale sulle tradizioni agro-alimentari delle loro terre. Infine, grazie all’apporto di referenti dell’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica, i partecipanti hanno appreso elementi essenziali sui beni alimentari agricoli del centro Sicilia, paesaggio entro cui è localizzata la Villa, e sulle “best practices” per una coltivazione completamente biologica.

Conclusa la parte teorica, i “migranti” di Extra Moenia, guidati dallo chef Angelo Treno, hanno “dato fuoco ai fornelli” ed elaborato materialmente delle ricette ispirate al De re coquinaria, celebre ricettario del gastronomo Marco Gavio Apicio, vissuto a cavallo tra il I secolo a.C. ed il I secolo d.C. I piatti, creati con prodotti biologici del territorio, costituiscono il cuore di Prosit!, un menù a tema banchetto romano, grazie al quale è possibile gustare pietanze squisite, ripercorrendo, allo stesso tempo, alcune sale della Villa a cui le stesse sono state relazionate per l’individuazione di tematiche culinarie specifiche.

Giunti da terre lontane, i migranti di “Extra Moenia. Villa senza confini” sono divenuti “viaggiatori” di un percorso culturale che ha azzerato le distanze spazio-temporali tra i sapori antichi, persi ormai da secoli, e i beni dell’agro siciliano, recuperati da abili agricoltori con la passione per l’autenticità della terra. La Villa Romana del Casale, in questo viaggio, si è costituita come un ponte capace di agevolare tale congiunzione, valorizzando la tradizione agro-silvo-pastorale dell’isola, dalle caratteristiche stanziali, e la sua storia sociale, fatta fondamentalmente di uomini in viaggio.

Il progetto “Extra Moenia. Villa senza confini” – Sicilia, finanziato grazie ai fondi MiBACT destinati ai beni UNESCO (Legge 20 Febbraio 2006, n.77) e cofinanziato dal Comune di Piazza Armerina, è stato supportato dai seguenti partner: Diocesi di Piazza Armerina, AIAB Circolo EN-CL, Ass. Don Bosco 2000 e ristorante “Al Fogher”.

PROGRAMMA

Workshop N.2

EXTRA MOENIA

Villa senza confini

SICILIA

Presentazione dei risultati

PROGETTO

EXTRA MOENIA – Villa senza confini”

SICILIA

06 ottobre 2016

Palazzo Trigona della Floresta

Piazza Armerina

Ore 10:00

Accoglienza partecipanti

Ore 10:30

Inizio

Saluti istituzionali:

GIOVANNA SUSAN

Dirigente del Polo Regionale di Piazza Armerina, Aidone ed Enna per i siti culturali. Parchi Archeologici della Villa del Casale e di Morgantina

S.E. ROSARIO GISANA

Vescovo della Diocesi di Piazza Armerina

FILIPPO MIRODDI

Sindaco del Comune di Piazza Armerina

ENZO LACCHIANA

Sindaco del Comune di Aidone

Interventi – Parte 1

Presentazione del progetto “EXTRA MOENIA. Villa senza confini” – Sicilia.

ROSA OLIVA

Coordinatore generale del progetto “Extra Moenia. Villa senza confini – Sicilia”

Prosit”: un menù a tema “banchetto romano”

FLAVIO R.G. MELA

Responsabile esecutivo del progetto “Extra Moenia. Villa senza confini – Sicilia”

Didattica per l’integrazione e analisi dei risultati formativi

FRANCESCA M. RICCOBENE

Responsabile per la didattica del progetto “Extra Moenia. Villa senza confini – Sicilia”

Aspetti e contenuti sull’ integrazione dei destinatari del progetto

AGOSTINO SELLA

Presidente dell’Associazione DON BOSCO 2000

Pausa

Interventi – Parte 2

Video-presentazione del progetto “Extra Moenia. Villa senza confini – Sicilia”

DAVIDE VIGORE

Regista

Consegna degli attestati

Dibattito

Visite: 397

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI