Piano Battaglia, la burocrazia fa licenziare gli operai assunti

A Piano Battaglia ritarda la burocrazia. Si licenziamento gli operai assunti !

Non ci si aspettava che dopo tutto questo tempo , ancora gli impianti di risalita a Piano Battaglia potessero avere ancora dei rallentamenti e pensare di poter bloccare la nuova campagna sciistica. La burocrazia ha preso il sopravvento e tutta l’organizzazione ha iniziato ad innervosirsi visti i tempi e il lento impegno da parte di organi esterni che non capiscono l’importanza che l’evento possa avere nel territorio.
Carte bollate, visti e autorizzazione che siano ancora per un ultimo passaggio si impedisce alla srl Piano Battaglia di mettere mano a guadagno e tutto quello che ne può conseguire per una ripresa lavorativa che si aspettava da un decennio e  dove gli stessi appassionati pensano che il tempo si stia affievolendo pur sapendo che continua a nevicare , e questo rincuora maggiormente coloro che aspettano. Nel frattempo la gestione inizia ad avere i primi problemi, in quanto i dipendenti pur essendo in forza non può continuare a sostenere i costi aziendali senza una reale prospettiva di rientro dei capitali che si sono investiti, quindi con relativa mobilità degli stessi che pur essendo sostenuti dai turisti e appassionati della neve, capiscono che la situazione rimane precaria.
Tutti spingono verso un’unica soluzione e situazione dei fatti, ma le stesse istituzioni capiscono che una parte della stagione si sta allontanando dalla realtà dei fatti, pur notando la positività delle nuova neve di questi giorni, ma è inevitabile mantenere personale assunto se non si riscontra un incremento di risorse.

Antonio David

Visite: 357

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI