Pergusa: presentato “Crono in Pista”: il presidente dell’Ente Sgrò “A Pergusa si gareggia nel rispetto delle regole e della sicurezza”

Le politiche di rilancio dell’attività dell’autodromo di Pergusa non possono prescindere da due importanti fattori, la collaborazione con la federazione ed il massimo rispetto delle norme di sicurezza . Una dichiarazione molto franca e perentoria quella del Presidente del Consorzio Ente Autodromo di Pergusa Mario Sgrò intervenuto ieri pomeriggio sabato 18 febbraio alla presentazione presso la sala stampa dell’autodromo del Trofeo Crono in Pista che prevede quattro prove con la prima il 19 marzo. Un trofeo che è stato pensato per dare la possibilità a tanti appassionati siciliani si poter gareggiare in un circuito ma con costi molto accessibili. E’ stata pensata una tassa molto accessibile. Alla presentazione di questo trofeo che l’Ente Autodromo di Pergusa sta organizzando in collaborazione con la ASD Start di Catania anche il delegato Aci Csai Sicilia Armando Battaglia. “Questo consiglio d’amministrazione sta cercando di avviare tutta una serie di iniziative che vadano verso il rilancio dell’autodromo più importante del meridione d’Italia – continua Sgrò – e che avranno il loro culmine il 29 ottobre con la disputa della 24 Ore di Pergusa. Ma sono anche attività che vogliono coniugare sport e politiche di promozione turistica del territorio ennese e non solo. E per questo motivo cercherà sempre in collaborazione con le istituzioni federali che creare tutte quelle condizioni che mettano tanti appassionati delle quattro ruote di vivere l’emozione di correre a Pergusa ma con costi accessibili. Purtroppo però ogni volta che si mette in circolo il nome di Pergusa per fatti positivi “casualmente” c’è gente che invece inizia con una campagna mediatica di effetto totalmente opposto. Addirittura c’è chi esorta i piloti siciliani a non rinnovare le licenze. Evidentemente che Pergusa non rimetta in moto i propri motori a qualcuno fa comodo. Ma ad ogni modo noi andiamo avanti per la nostra strada e voglio ribadirlo ancora una volta lo facciamo nel rispetto delle regole. Chi non le voglia rispettare che vada a correre nelle competizioni clandestine che si disputano pseudo circuiti”. Per quanto riguarda il Crono in pista le altre 4 tappe saranno il 30 aprile, l’11 giugno ed il 22 ottobre. Si tratta di una competizione a tempo con coefficiente 1,5 che si sviluppa in due manche (1 giro per volta di quasi tutto l’autodromo, circa 4600 metri sui 4950 complessivi) e che prevede delle penalità con 3 chicane di rallentamento lungo tutto il percorso.

Visite: 1388

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI