“Patto per Enna” incontra i cittadini: l’Assessore Contino “Tanto è stato fatto ma tanto ancora da fare”

Tanto fatto ma ancora tanto da fare. Si può sintetizzare così il senso dell’incontro promosso nel pomeriggio di ieri mercoledì 12 settembre al Centro Polifunzionale di Via dello Stadio di Enna dal Gruppo Politico Patto Per Enna che appoggia il Sindaco di Maurizio Dipietro. L’assessore all’Urbanistica Giovanni Contino insieme ai consiglieri Maurizio Bruno e Cesare Fussone hanno voluto così fare un bilancio su quanto è stato a loro dire fatto in città in questi anni. “Questa amministrazione ha cercato di lavorare per recuperare finanziamenti che siano al d fuori delle risorse di bilancio – ha commentato Contino – e riteniamo di esserci riusciti. Tanto è stato fatto ma tanto c’è ancora da fare”. Per quanto riguarda gli ultimi finanziamenti in ordine di tempo, 2400.000 dall’Assessorato regionale alla Famiglia per interventi che andranno a riqualificare gli impianti sportivi di contrada Pisciotto e Venova, interventi migliorativi di Palazzo Chiaramonte che diverrà una sorta di Palazzo della Cultura e Convento dei Cappuccini mentre pende un ricorso per l’intervento dei Capannicoli. Ma tanti altri sono gli interventi previsti o gia in fase di realizzazione come il rifacimento di piazza Santa Maria del Popolo, interventi migliorativi complessivi in plessi scolastici e palestre annesse la realizzazione del parco Baronessa o del Parco Urbano nei pressi dell’Università dove si sta già andando verso il progetto esecutivo e il rifacimento della pavimentazione della via Mercato S.Antonio. Numerosi interventi sono previsti con i 16 milioni di euro di Agenda Urbana. Ed ancora interventi migliorativi sulla viabilità in generale come ad esempio la realizzazione della rotonda di contrada Ferrante mentre un’altra è prevista nei pressi della caserma dei vigili del fuoco. Resta l’incognita per i 4,6 milioni di euro dell’intervento di riqualificazione complessiva del quartiere di Enna bassa delle palazzine cosiddette a stella. Infatti i fondi per le periferie già impegnati sono stati per adesso congelati con il decreto milleproroghe del nuovo governo. “Io esorto i parlamentari del nostro territorio a prescindere dalla “casacca politica – commenta Contino – ad intervenire per non fare perdere questo importante finanziamento dove tra l’altro noi abbiamo già impegnato le somme e pronti i progetti esecutivi”.

Visite: 222

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI