Partanna, approvata una ulteriore riduzione del costo della Tari

Partanna, approvata una ulteriore riduzione del costo della Tari

Catania: “In cinque anni taglio di oltre 400mila euro (­­-23%) nella spesa per il servizio di raccolta rifiuti”

PARTANNA. Approvata in Consiglio comunale la proposta della Giunta relativa al Piano economico finanziario (Pef) 2018 del servizio di raccolta rifiuti. Il via libera del consesso civico alla delibera proposta dalla giunta permetterà adesso di operare una riduzione di un ulteriore 10 per cento del costo della Tari. Dal 2012 ad oggi la spesa complessiva per la gestione del servizio di raccolta dei rifiuti si è costantemente abbassata permettendo così di ridurre progressivamente anche la Tari. In questi anni, infatti, si è passati dal milione e 895mila euro del 2012 a un milione e 466mila euro nel 2018 con una consistente riduzione del 23 per cento. Il risparmio di oltre 400mila euro è il frutto della virtuosità dimostrata dai cittadini nella raccolta differenziata e dell’impegno profuso dall’amministrazione per incentivare fra la collettività le buone pratiche di differenziazione. Nel corso della seduta d’aula dedicata alla discussione e approvazione del Pef l’amministrazione e l’intero Consiglio comunale hanno applaudito alla sensibilità dei cittadini e degli operatori Aro che hanno permesso di portare la raccolta differenziata in soli 14 mesi dal 7% al 53% con punte del 59%. Dal confronto fra la giunta e i consiglieri comunali è emersa inoltre la volontà di migliorare ulteriormente la gestione della raccolta per incrementare la percentuale di differenziata. Molti i suggerimenti arrivati dall’amministrazione e dal massimo consesso civico per l’implementazione del compostaggio domestico, una maggiore pubblicità sulle modalità di raccolta e un aumento ulteriore delle iniziative nelle scuole al fine di sensibilizzare ancora di più le nuove generazioni. Per tutti “visto il trend positivo e l’attenzione dimostrata dai cittadini la fatidica soglia del 65 per cento di raccolta differenziata da raggiungere entro il 2020 potrebbe essere centrata ancor prima della fatidica data, già entro la fine del 2018 o nei primi mesi del 2019”. Soddisfatto anche il sindaco Nicolò Catania per il quale il “risultato è da intestare ai cittadini che sono stati particolarmente attenti e rispettosi delle regole. Una nota di apprezzamento va ai consiglieri comunali di maggioranza che sia in Commissione che in Consiglio comunale hanno fattivamente collaborato per il raggiungimento di questo ulteriore taglio del costo del servizio e di conseguenza della Tari. Segnalo infine anche l’atteggiamento positivo e responsabile dell’opposizione che con un voto favorevole e quattro astensioni ha dimostrato di avere a cuore l’interesse della comunità”.

Visite: 85

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI