Pari Opportunità: dallo scorso giugno oltre 400 persone disabili sulla spiaggia accessibile gratuita “Zero Barriere” di San Vito lo Capo gestita dalla Project Diver Enna

Oltre 400 persone disabili presenti nella spiaggia accessibile gratuita “Zero Barriere” di San Vito lo Capo dal 1 giugno ad oggi.
San Vito lo Capo (TP) – Dal primo aprile ha ripreso il progetto della società ennese Project Diver Diving Center “Zero Barriere” il mare e turismo per tutti, con svariate iniziative come il corso per istruttori subacquei HSA e il week end dello sport “Zero Barriere”. Nel mese di maggio sul lungomare, e dal primo di giugno invece al via la nuova stagione balneare, per il nono anno consecutivo con la spiaggia accessibile gratuita “Zero Barriere” interamente progettata e studiata dalla A.S.D. Project Diver gestita con la sezione Disabili no Limits. Il progetto cofinanziato dal Comune di San Vito lo Capo, è destinato ai i soggetti con difficoltà motorie e diversamente abili con una spiaggia con pedane, lettini, ombrelloni e ausili per entrare in acqua.
L’iniziativa è stata fortemente voluta e promossa dall’associazione A.S.D. Project Diver con la sezione Disabili no Limits presieduta dalla vulcanica Beatrice Roveto, Presidente dell’associazione, insieme al direttivo e il suo staff di Istruttori subacquei HSA, Istruttori FINP, Assistenti Bagnanti FISA e i volontari.
La speciale “struttura” – al suo nono anno di attività, durante tutto il mese di giugno e luglio ha fatto registrare, come ospiti, ben oltre 50 persone, di media giornaliera, disabili sulla spiaggi accessibile gratuita “Zero Barriere” – afferma il Presidente – ubicata su un tratto di arenile di San Vito lo Capo (TP), veramente unica e “senza barriere”, e dotata di speciali ausili da mare appositamente concepiti per le persone con disabilità e quindi in grado di consentirne la balneazione a tutti.
La spiaggia libera gratuita accessibile, unica del suo genere – precisa il presidente – composta da 50 postazioni, ciascuna delle quali è predisposta da un ombrellone e un lettino, di cui alcuni più lunghi rispetto agli standard, appositamente studiati dallo staff in collaborazione con la ditta che ha li forniti, cosi da consentire ai disabili con maggiore facilità il passaggio dalla sedia a rotelle al lettino, e sono affiancati da pedane in pvc, con colorazione differenti cosi da agevolare l’acceso agli ipovedenti, uniti tra loro per agevolare la mobilità e il raggiungimento al mare.
Presenti inoltre ausili, come Carrozzine, Triride le “ Sedie Job” con ruote galleggianti, e la “SoleMare”, che rendono possibile all’accesso diretto in acqua e una mobilità accessibile per tutte le persone con difficoltà motoria.
Tra le innumerevoli attività lo snorkeling, la subacquea, le escursioni in barca presso la riserva dello Zingaro. Il tutto rodato da diversi anni da un team altamente qualificata. Dallo scorso primo giugno, il progetto “Zero Barriere si e dotata di una importante novità, quello del Furgone accessibile con il progetto “Zero Barriere in movimento” per un turismo a 360°.
Un’iniziativa voluta fortemente dall’amministrazione Comunale di San Vito lo Capo in sinergia con l’Associazione Project Diver, per eliminare le barriere fisiche e mentali che impediscono alle persone con disabilità di godere di un territorio unico nel suo genere ed un turismo accessibile per tutti.

Visite: 638

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI