Papa Francesco ha inaugurato tre nuove sedi di Scholas in Africa e in America:

Papa Francesco ha inaugurato tre nuove sedi di Scholas in Africa e in America: “I giovani si impegnino a sognare”
Ieri a Roma visita di Papa Francesco nella sede di Scholas Italia in occasione del Terzo incontro Internazionale dei Giovani.
Il Papa insieme ai direttori di Scholas José María del Corral e Enrique Palmeyro e i nuovi formatori di Scholas.
ROMA, 12 MAGGIO 2018 – Ieri pomeriggio, Papa Francesco ha visitato la sede vaticana della Fondazione Scholas Occurrentes. Durante l’incontro, il Papa in videoconferenza ha inaugurato tre nuove sedi della Fondazione: a Baranquilla in Colombia, a Buenos Aires nel barrio 31 Carlos Mugica – un quartiere marginale di Buenos Aires – e a Tofo in Mozambico. Si realizzano così tutti gli obiettivi prefissati da Scholas Occurrentes durante lo scorso ottobre.

“Non dormano, non perdano la capacità di sognare a occhi aperti, siamo tutti quanti capaci di sognare dormendo. Bisogna guardare oltre, sapere che un sogno può trasformarsi in realtà”, sono state le parole che il Papa ha diretto alla nuova generazione di giovani formatori di Scholas.

Inoltre, il Pontefice ha assistito in collegamento dal Messico a una dimostrazione di BoxVal (Box con valori), progetto di Scholas promosso con l’obiettivo di armonizzare lo sviluppo dei ragazzi che vivono in contesti di vulnerabilità, e salutato in videoconferenza la città di Miami.

Il Santo Padre ha spronato i giovani a combattere per la vita e per le proprie fantasticazioni: “Non invecchino prima del tempo, non c’è cosa più triste che vedere un ragazzo di 15, 20, 25 anni che invecchia perché non si decide a sognare, a credere, a lavorare a rischiare…rischiate! Sognate cose grandi!”, ha insistito.

Uno dei punti principali del programma è stato dedicato all’arte e nel segno dell’iniziativa “Pintando puentes” il Papa ha dipinto un quadro e benedetto le opere di quattordici artisti di prestigio mondiale che hanno ceduto al Pontefice le proprie creazioni, ciascuna messa all’asta in favore dei progetti educativi che l’organizzazione pontificia realizza annualmente.
il Papa dipinge un quadro e benedice le opere degli artisti.
La visita di Bergoglio si è svolta in occasione della giornata conclusiva del terzo incontro Internazionale dei Giovani. Il meeting, iniziato lunedì 7 maggio è stato promosso dalla stessa Fondazione Scholas Occurrentes, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), con l’obiettivo di formare 100 studenti di tutto il mondo.

“Voi che uscite per cambiare la società, uscite per la vita. E’ vero che quello che esce e cammina può fare un incidente, è la verità, ma chi rimane chiuso e non esce rischia di prendersi una brutta malattia. E io non voglio una gioventù malata.” ha concluso il Pontefice.

Nella settimana appena trascorsa, all’interno del Collegio Internazionale Pontificio Maria Mater Ecclesiae, il gruppo degli alunni partecipanti alle attività della Fondazione ha seguito diverse attività basate sul linguaggio della mente (pensare), del cuore (sentire) e delle mani (fare) per affinare rispettivamente l’esperienza dell’apprendimento, la sensibilizzazione attraverso l’incontro, la creazione di opere proprie e lo sviluppo di un progetto concreto che permetta di replicare l’esperienza vissuta durante la settimana di formazione in ognuna delle loro realtà.

Visite: 272

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI