Pallamano maschile A2: proteste della società del Giovinetto Petrosino

Non è certo onorevole raccontare la cronaca di una partita nella quale i protagonisti sono stati gli arbitri, ma così è stato a Palermo, sono le parole del tecnico Fiorino, nel commentare a caldo la gara – ” Il referto parla chiaro, 10 esclusioni da 2′ alla nostra squadra contro le 4 esclusioni al Cus, 7 rigori alla squadra di casa, mentre sono 3 i rigori a favore dei Petrosileni, per non parlare dell’episodio del 57^ minuto quando, il nostro terzino Modello, in attacco viene colpito da una gomitata in faccia, e col naso insanguinato viene prima sanzionato con uno sfondo e poi con 2′ per protesta; di seguito l’epilogo di un palese errore tecnico degli arbitri, che annullano 35″ di gioco e il goal del 25-25 alla nostra squadra per errato ingresso in campo di un nostro giocatore; non bastando questo, ancora sanzioni che ci portano a giocare gli ultimi minuti in tre contro sei, e la partita si chiude sul 25-24.
Alla fine la nostra società è costretta anche a pagare una multa per le mie proteste – dice ancora Fiorino – “vedremo ora come si comporterà la federazione nei confronti degli arbitri Cardaci e Bertino, protagonisti di questa “gara” che certo non fa bene a nessuno, tantomeno alla Pallamano stessa” – conclude Fiorino.
La Generali Undici Maggio domenica alle 17,00 torna a giocare al Palasport di Petrosino contro Mascalucia e deve assolutamente vincere per non allontanarsi troppo dal Ragusa, ora capolista, e non farsi superare anche dalla stessa Mascalucia attualmente terza in classifica dietro la società petrosilena.
Il campionato, pur compromesso dalla sconfitta a Palermo, è ancora apertissimo per Il Giovinetto, che ora però non potrà più fare passi falsi.

Visite: 273

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI