Pallamano maschile A2, il Giovinetto Petrosino batte il Girgenti

Doveva essere vittoria, dopo la beffarda sconfitta contro l’Alcamo a 2” dal termine, e vittoria è stata, ma i Petrosileni dopo un primo tempo perfetto, rischiano di buttare tutto alle ortiche.
La squadra di Lillo Gelo arriva al Palasport di Petrosino al completo e con alle spalle due pesantissimi punti ad Enna e una sconfitta di misura contro il Kelona, mentre Fiorino, ancora una volta deve organizzare una squadra, facendo fronte alle defezioni e deve rimpiazzare alla meglio Davide Gulino, autore di una grande prestazione contro Alcamo.
Il gruppo però è compatto, e con un ottimo Pellegrino tra i pali, entra in campo concentrato; gli uomini di Gelo non trovano varchi nella difesa perfetta di Rallo e compagni, mentre Modello trafigge gli agrigentini in contropiede e l’ottimo Di Giovanni insacca a ripetizione nella porta degli ospiti.
La Generali XI Maggio è padrona del campo e dopo pochi minuti stacca Cirasa e compagni fino a raggiungere il massimo vantaggio sul + 9, sembra proprio non esserci partita e nonostante i primi svarioni a fine frazione, il primo tempo si chiude sul 16-8.
Nel secondo tempo i Petrosileni cominciano a complicarsi la vita, entrano in campo senza energia e buttano palloni su palloni; Stefano Rallo, tra i migliori fino a quel momento, è costretto ad uscire per una brutta contusione ad un ginocchio e la squadra sembra disgregarsi in attacco, mentre in difesa viene decimata dalle esclusioni, fino ad rimanere tre uomini in campo; gli agrigentini ne approfittato, prendono coraggio e continuano ad avvicinarsi, ma a 10’ dal termine, dopo aver raggiunto il – 1, perdono l’occasione di impattare e finalmente una reazione dei Petrosileni sembra far ripartire la squadra, tornando sul +3.
Gli uomini di Lillo Gelo ci credono e non mollano, mentre i locali non riescono ancora a trovare un gioco e Rallo zoppicante rientra in campo con il capitano Abate a dare man forte in difesa; Pace e compagni però spingono ancora fino al -1 a 4” dal termini, con palla agli Agrigentini che non riescono a trovare il varco, poi sul tiro franco di Pace che si infrange sul muro degli uomini di Fiorino, la partita finalmente si chiude sul 26-25.
“Abbiamo vinto – dice Fiorino – “ siamo riusciti a tenere a casa il due punti e questo ci fa vedere positivo; purtroppo mostriamo ancora i limiti della nostra squadra, la mancanza di allenamento di diversi uomini non da’ continuità al nostro gioco, e la scarsa tenuta atletica rischia di rendere vano l’ottimo tasso tecnico del nostro gruppo, ma dobbiamo essere ottimisti e pensare già da ora ad organizzare una squadra competitiva per la prossima trasferta a Messina che potrebbe rimetterci in corsa per le prime quattro posizioni.”

Visite: 88

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI