Pallamano maschile A1; sconfitta salutare per la Pallamano Haenna

Per la Pallamano Haenna la sconfitta casalinga all’esordio in campionato per 33 – 29 contro il Gaeta ha detto chiaramente che il divario tecnico tra la Serie A-1 e la A-2 è distante anni luce. I gialloverdi sin dal primo impegno e con una squadra come il Gaeta che sulla carta non è considerata da “prima fascia”, hanno toccato con mano cosa significa giocare ad una intensità sia atletica che mentale assolutamente diversa rispetto allo scorso anno quando per loro le gare di campionato (18 vittorie su altrettanti incontri di campionato) potevano definirsi delle semplici “sgambatine” di fine settimana. Questo non significa che il team ennese che lo ricordiamo per scelta societaria non schiera atleti stranieri, abbia il destino già segnato a rappresentare la formazione “materasso” del girone C della A-1. Anzi sabato contro una squadra che ha schierato un giocatore come il serbo Milos Filic che sicuramente sarà uno dei migliori marcatori del torneo e con tanti ottimi giovani in prospettiva che lo scorso anno hanno vinto il titolo italiano Under 20, gli ennesi hanno disputato anche se a tratti una gara molto intensa mostrando delle ottime individualità come quelle della “Premiata ditta Larice&Larice”, ovvero i due fratelli Salvatore e Saverio Larice autori rispettivamente di 6 e 5 reti, ma anche del capitano Roberto Gulino e del giovane Zoe Mizzoni che però come ha fatto cose egregie ha nello stesso tempo mostrato con degli errori grossolani tutta la sua inesperienza. In chiaro scuro invece la prova dei due portieri Alessandro Vasquez e Massimo Caltabiano. Se su vuole rimanere in A-1 il loro contributo è se non fondamentale ma sicuramente molto importante. Ma ad ogni modo malgrado la sconfitta i gialloverdi sono usciti dal campo tra gli applausi del numeroso pubblico accorso per questa prima. Quindi condizioni per fare bene in futuro ci sono tutte”.

Visite: 470

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI