Pallamano Maschile A1, per la Pallamano Haenna l’appuntamento con la prima vittoria ancora rinviato

Per la Pallamano Haenna l’appuntamento con la prima vittoria nel campionato di A1 è stata ancora una volta rinviata. Infatti gli ennesi anche sabato scorso malgrado sospinti da uno stracolmo palazzetto dello sport di Enna bassa hanno ceduto il passo nel derby contro l’Albatro Siracusa. Ma c’è da dire che anche con le motivazioni aggiuntive che possono dare un derby non era la gara contro gli aretusei dove gli ennesi potevano pensare di fare punti. E lo hanno compreso anche i tifosi ennesi che al termine dell’incontro giocato al massimo dai padroni di casa e perso per 21 – 25, hanno tributato ai loro beniamini un lunghissimo applauso. La classifica parla chiara, l’Albatro Siracusa dopo 4 giornate viaggia a punteggio pieno. Il team aretuseo con atleti come i sudamericani naturalizzati, Polito, Molina e Brancaforte e il serbo Devovic hanno come obbiettivo quello di arrivare quanto meno nelle prime 4 al termine del campionato. La Pallamano Haenna che non schiera nessun atleta straniero ma solo italiani e quasi tutti locali (tranne che per i due siracusani, Giannone e Vasquez e il mascaluciese D’Urso) deve cercare di conquistare i punti per la permanenza nella categoria che per la società ennese considerando anche la situazione finanziaria sempre “traballante” sarebbe come vincere lo scudetto. Quindi per Giovanni Rosso e compagni la battuta d’arresto della battuta d’arresto di sabato scorso se ne deve fare tesoro per il prosieguo del torneo. “Ai ragazzi non possiamo rimproverare nulla – commenta a fine gara il direttore generale della Pallamano Haenna Luigi Savoca – sapevamo che l’Albatro era più forte anche se c’è un pizzico di rammarico per alcuni errori commessi nei momenti in cui stavamo recuperando. Ma non dobbiamo dimenticare però che siamo andati diverse volte sotto di 7 ed anche di 9 reti ed i ragazzi hanno saputo reagire. Adesso guardiamo avanti al prosieguo del torneo. Ma voglio però ringraziare a nome della società tutto il pubblico presente ed i tanti atleti di altre società di altre discipline presenti in tribuna che ci hanno incitato dal primo all’ultimo secondo”.

Visite: 634

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI