Pallamano Maschile A1: la Pallamano Haenna lascia la massima serie?

Si stanno assottigliano giorno dopo giorno le possibilità che la Pallamano Haenna possa essere nuovamente ai nastri di partenza del prossimo campionato di Serie A1 di pallamano maschile. Infatti il 30 giugno scade il termine per le iscrizioni alla massima serie. Ma la società ennese però ad oggi per problemi economici non è nelle condizioni di poter partecipare al massimo torneo maschile. Tra l’altro pare il suo giocatore più rappresentativo Giovanni Rosso, lo scorso anno con oltre 140 reti uno dei migliori marcatori italiani di tutti e 3 i gironi di A1, si sia trasferito nella molto più ambiziosa Albatro Siracusa. Ma ad ogni modo la dirigenza sta cercando con tutte le forze di non rinunciare a questo importante palcoscenico sportivo-mediatico importante non solo per lo sport locale ma per la visibilità di tutta la città. E difatti il Direttore Generale della Pallamano Haenna Luigi Savoca non dispera e tenterà sino all’ultimo il mantenimento della categoria. Intanto il giocatore più rappresentativo della Pallamano Haenna, Giovanni Rosso lo scorso anno con oltre 140 reti uno dei migliori marcatori italiani dei 3 gironi di A1 pare in procinto di trasferirsi nella più ambiziosa Albatro Siracusa. “Certo la data del 30 giugno si fa sempre più vicina – commenta – ma noi però sino all’ultimo cercheremo di rimanere in A1, che abbiamo conquistato sul campo con la promozione prima e con la salvezza successivamente. Giocare nella massima serie non è solo primato da un punto di vista sportivo, ma anche un importate investimento di immagine per la città e per il suo tessuto economico. Per questo lanciamo un appello a tutto il sistema imprenditoriale locale affichè ci sostenga anche per il prossimo anno. Giovanni Rosso trasferito a Siracusa? L’atleta ci aveva espresso la volontà di giocare in una squadra più ambiziosa. Aspettiamo che che lo comunichi ufficialmente” Ma se non dovesse essere possibile salvare la serie A1, cosa farà la dirigenza? “Per adesso non abbiamo preso in considerazione questa eventualità. Ma abbiamo da tutelare il nostro grande patrimonio che è quello del parco giocatori tutti locali ed un florido settore giovanile. Quindi eventualmente studieremo in modo per poter dare continuità a questo movimento”.

Visite: 2179

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI