Pallamano Maschile A1, il Fondi passa a Città S.Angelo

L’HC Banca Popolare di Fondi torna da Città Sant’Angelo con due punti pesanti, frutto di una sofferta quanto preziosissima vittoria colta ai tiri di rigore finali. Non sono bastati infatti i 60′ di gioco per decretare un vincitore tra due buone squadre che si sono affrontate con grande agonismo in un match che ha presentato molteplici volti.

Il veemente inizio dei rossoblù caratterizzava la prima parte della gara: al 7° gli ospiti conducevano 5-0 grazie a un’ottima difesa 6/0 e a precise ripartenze in seconda fase. Le ali Conte e Di Cicco colpivano ripetutamente, sfruttando buone trame di gioco anche contro la difesa schierata. Neanche il time-out chiesto dal tecnico locale D’Arcangelo sembrava sortire effetti ma, dopo la rete del 6-1 ospite, realizzata ancora da Conte, i padroni di casa si assestavano e iniziavano a trovare le giuste contromisure alla difesa dei fondani. Iniziava così la rimonta dei locali, forti del caloroso incitamento del pubblico e delle ottime iniziative di Pieragostino e Martellini; a metà della prima frazione arrivava così la rete del pari ad opera di Facchini (7-7). Seguiva una fase molto equilibrata (10-10 al 22°), ma alcuni errori dei fondani in fase offensiva e diverse belle parate di Mariotti consentivano un parziale di 3-0 agli angolani che dopo 26′ di gioco conducevano 13-10. La reazione degli ospiti permetteva loro di riavvicinarsi nel punteggio: il primo tempo si chiudeva infatti sul 15-14 per i padroni di casa. Gli abruzzesi iniziavano la ripresa con la chiara intenzione di chiudere la contesa a loro favore: la difesa diveniva pressoché impenetrabile e in attacco risultavano perfetti. Sull’altro versante gli ospiti mostravano un calo di tono e così il vantaggio dei locali toccava il massimo al 13° sul 22-17. I rossoblù, come la settimana precedente al cospetto del Fasano, avevano però il merito di restare in partita mantenendosi a 3-4 lunghezze di distacco fino a 10′ dalla fine. E come sette giorni prima erano artefici di un finale da incorniciare: dapprima si portavano sul -1 al 25° e poi, dopo il nuovo allungo degli angolani, recuperavano fino al 27-26 a meno di 2′ dal termine. La rete del 28-26 dei locali sembrava mettere fine al match, ma l’ultimo minuto degli ospiti era perfetto. A 47″ dalla sirena i rossoblù siglavano il gol del 27-28, sul capovolgimento di fronte la difesa fondana recuperava il possesso di palla e, dopo il time-out chiesto da De Santis, gli ospiti attaccavano con l’uomo in più grazie al portiere di movimento ed era il croato Perlic a impattare a pochi secondi dalla fine. L’esito della partita veniva quindi affidato ai rigori e dai sette metri le due squadre sembravano infallibili, fino a quando D’Angelis non metteva la parola fine alla contesa parando il quinto e ultimo rigore dei locali. Soddisfatto al termine del match il tecnico rossoblù De Santis: “Abbiamo disputato una buona gara su un campo difficilissimo, anche se non siamo stati continui. Questi punti valgono doppio, vincere qui non sarà facile per nessuno, il Città Sant’Angelo è un’ottima squadra, gioca molto bene ed ha molta qualità, sono certo lotterà fino all’ultima giornata per i primi posti. Sono soddisfatto di come i ragazzi hanno reagito ai momenti di difficoltà, ma dobbiamo crescere ancora molto nella gestione di alcuni possessi. Guardo al futuro con ottimismo, questi ragazzi ci daranno grandi soddisfazioni”.

 

Città Sant’Angelo – HC Banca Popolare di Fondi   32-33   d.t.r.   (P.T.   15-14; S.T.   28-28)

 

Città Sant’Angelo: Ciarrochi, Facchini 4, Presutti 2, Pieragostino 10, Paolucci 1, Florindi, Martellini 7, Menna 2, Remigio 5, D’Agostino, Marcello Gabriele 1, Mariotti, Manuel Gabriele, Memeo.   All. Nicola D’Arcangelo.

HC Banca Popolare di Fondi: Conte 7, D’Ettorre 1, Di Cicco 5, G. Di Manno 1, S. Di Manno 8, Lauretti 2, Muffini, Perlic 9, Pestillo, Pisani, Zizzo, D’Angelis, Di Palma, Mastroscianni.   All. Giacinto De Santis.

Arbitri: Bassi – Scisci

Visite: 368

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI