Pallamano A1 il Fasano troppo forte per il Gaeta

Gaeta, sabato 10 ottobre 2015 – Troppo alto da superare l’ostacolo Junior Fasano per la Lupo Rocco Gaeta che, tra le mura amiche del PalaSanPietro, è costretta al cospetto della corazzata biancazzurra ad incassare la terza sconfitta consecutiva. Una gara a senso unico, dominata dai vice campioni d’Italia sin dai primi minuti, tanto che già al termine del primo tempo i giochi possono ritenersi chiusi anticipatamente. Con la quasi totalità degli atleti pugliesi a segno, compreso Fovio, e la buona vena realizzativa di Maione e Riccobelli, entrambi a quota 7, a nulla sono serviti i 13 sigilli firmati dall’ormai solito Milos Filic, vero punto di riferimento della formazione biancorossa, che non è riuscito nell’impresa di mantenere a galla i propri compagni.

La coppia Maione-Riccobelli è prolifica sin dall’apertura delle danze, ma ci pensa Filic ad accorciare immediatamente le distanze (1-2), continuando a rispondere a tono anche dopo gli acuti di Paolo De Santis e Rubino, per il 3-4 al 5’. Da questo momento in poi, ha inizio la fuga degli ospiti, che approfittano dell’astinenza da gol dei gaetani infliggendo loro un parziale di 3-0 che vale il 3-7 del 10’. Le lancette girano e il distacco aumenta, i ragazzi della coppia Onelli-Macera non trovano il bandolo della matassa, complice l’ermetica difesa avversaria, e nonostante i time out chiamati, al 22’ il tabellone segna 8-16. Il +10 siglato da Riccobelli è reso meno amaro dalla rete di Panariello, che manda tutti negli spogliatoi sul 10-19.

Alla ripresa delle ostilità, è ancora Filic per due volte di fila a strappare gli applausi del numeroso pubblico presente, ma l’entusiasmo è subito smorzato dal nuovo strappo fasanese, che, attraverso rapide ripartenze, con un letale break di 9-3 si allontana definitivamente (14-26 all’8’). Onelli tenta il tutto per tutto con la carta del portiere di movimento, entrando in campo in fase offensiva al posto di Cienzo, ma la Junior non si fa sorprendere e, al contrario, Fovio ne approfitta per mettere a segno dalla sua porta una rete. Coach Ancona, con il +14 del 23’, 19-33, schiera in campo i più giovani, lo segue il tecnico gaetano chiamando a rapporto i campioni d’Italia Under 20 Francesco Florio e Davide Ciccolella, il risultato però non cambia e alla sirena finale la contesa si chiude sul 23-37.

Abbiamo avuto carattere, non abbiamo mai mollato, ma non siamo stati sempre lucidi – ammette coach Onelli a fine gara -. Filic da solo non può risolvere tutti i nostri problemi per 60 minuti e dobbiamo sicuramente migliorare in attacco, soprattutto dalle ali. Certo è che con una difesa composta da giocatori come Maione, Rubino, Messina, Riccobelli e poi anche Fovio, tutto diventa ancora più difficile”.

Niente drammi, però, anche in questo caso. Non c’è più tempo per pensare alla sconfitta, perché la testa della Lupo Rocco Gaeta è già proiettata a sabato prossimo, quando sarà ospite del Città Sant’Angelo, reduce dalle due vittorie consecutive inflitte a Lazio e, nell’ultimo turno, Benevento.

LUPO ROCCO S.P.A. GAETA – JUNIOR FASANO 23-37 (p.t. 10-19)

LUPO ROCCO S.P.A. GAETA: Filic 13, Ponticella 3, Marciano, Medina, Onelli, Panariello 2, La Monica, Cienzo, Lodato, Florio 2, Antetomaso 1, Bufoli 1, Ciccolella D. 1, Deda 1. All.: Damiano Macera

JUNIOR FASANO: Marino 2, Maione 7, De Santis P. 6, Angiolini, Arcieri 3, Riccobelli 7, Messina 1, Fovio 1, De Santis L. 3, Pignatelli 1, Cedro, Rubino 6. All.: Francesco Ancona

ARBITRI: Dionisi – Maccarone

Visite: 374

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI