Pallamano A-1, sconfitta di misura per la Lupo Rocco Gaeta nel derby contro il Fondi

Gaeta, sabato 3 ottobre 2015 – Ogni promessa è debito. E la Lupo Rocco S.p.A. Gaeta il suo debito l’ha saldato, mantenendo la promessa fatta. Nel derby più atteso della stagione, la pelle biancorossa è stata venduta a carissimo prezzo all’Hc Fondi, che ha rispettato il fattore campo festeggiando la terza vittoria su tre gare disputate, ma di certo non così agevolmente, riuscendo al contrario a tirare un sospiro di sollievo solo dopo il suono della sirena finale. Un Derby con la D maiuscola, corretto, spettacolare, emozionante, con le due squadre impegnate in un continuo testa a testa, fatto di sorpassi e di controsorpassi, di allunghi e di rimonte, fino al definitivo 27-26 che rende benissimo l’idea sull’andamento della gara, e lascia non poco amaro in bocca alla formazione gaetana.

La superlativa prova in fase realizzativa di Milos Filic, autore di ben 13 reti, e l’ottima prestazione sfoderata tra i pali di Cienzo, non sono però bastate ai ragazzi dei coach Onelli-Macera per avere la meglio sui padroni di casa, aiutati dalla serata di grazia della saracinesca Mastroscianni, che ha saputo spesso dire di no, in modo particolare negli ultimi determinanti minuti di gioco, agli assalti degli avversari.

Il team di De Santis tenta la fuga immediata, 5-3 al 7’, Marciano e compagni provano a restare alle calcagna ma il +2 è confermato al 15’, 9-7. Il Gaeta però non si arrende e continua a lottare, tanto che al 17’ raggiunge il tanto desiderato pareggio, 9-9, che dopo un solo giro di lancette si trasforma in sorpasso, 9-10. Il botta e risposta ha inizio, 10-10, 11-11, 12-12, 13-13, ma a tornare negli spogliatoi col muso avanti sono i locali sul 15-13, grazie alla complicità di Mastroscianni.

È la Lupo Rocco a sbloccare il punteggio nella ripresa, 15-14, ma i rossoblù non si lasciano sorprendere e ricominciano a correre, segnando il primo vero distacco, 21-17, +4 all’11’. Milic prova a trascinare i suoi per ricucire lo strappo, ma i fondani non mollano la presa, toccando anche quota +5, 24-19 al 15’. I minuti passano, lo svantaggio resta, 25-20, poi Onelli scende in campo e qualcosa sembra cambiare. Gaeta mette a segno un parziale di 3-0 che al 26’ vale il 25-23, e i giochi si riaprono. Fondi reagisce ma non abbastanza, mentre i gaetani commettono qualche errore di troppo che non consente loro di raggiungere i rivali. Ma la partita è ancora viva, al 27’ il tabellone segna velocemente il 26-24, poi il 27-24, time out biancorosso. Pochi secondi per riorganizzare le idee, gli effetti sono quelli sperati, 27-25, 27-26, ma l’implacabile sirena finale comunica che non c’è più tempo per continuare a sperare e completare l’opera.

Finisce così, tra gli applausi del numeroso pubblico accorso al Palasport di Fondi, il primo derby ufficiale stagionale tra le due compagini pontine. Per la Lupo Rocco Gaeta rimane il rammarico per un risultato sfumato solo per un soffio, ma anche tanta soddisfazione per l’evidente crescita di un gruppo che lascia davvero ben sperare per il futuro.

Prossimo impegno per il team biancorosso, ancora una volta di fuoco, previsto per sabato 10 ottobre, alle ore 18, quando al “PalaSanPietro” di Formia arriveranno i vice campioni d’Italia della Junior Fasano, al comando della classifica dopo questa 3° giornata di andata insieme a Fondi e Albatro.

 

HC BANCA POPOLARE DI FONDI – LUPO ROCCO S.P.A. GAETA 27-26 (p.t. 15-13)

HC BANCA POPOLARE DI FONDI: Conte 3, D’Angelis, D’Ettorre 3, Di Cicco D., Di Cicco G. 6, Di Manno S. 6, Di Manno G. 3, Di Palma, Markovic 3, Mastroscianni, Muffini, Pestillo 2, Pinto, Pisani 1. All.: Giacinto De Santis

LUPO ROCCO S.P.A. GAETA: Medina, Cienzo, Filic 13, Ponticella, Marciano 3, Onelli, Panariello 3, La Monica, Lodato, Florio, Antetomaso 2, Bufoli 1, Ciccolella D., Deda 4. All.: Damiano Macera

ARBITRI: Chiarello – Pagaria

 

L’HC BANCA POPOLARE DI FONDI FA SUO IL DERBY COL GAETA

È stata una bella partita quella cui hanno potuto assistere i numerosi spettatori accorsi sulle tribune del Palazzetto dello Sport di Fondi, dove HC Banca Popolare di Fondi e SC Lupo Rocco Gaeta si sono affrontate nella terza giornata del girone C del Campionato di Serie A – 1a Divisione Nazionale. Le squadre hanno dato vita a un incontro vibrante ed equilibrato, con tutti gli ingredienti tipici del derby che da anni appassiona gli sportivi delle due città del sud-pontino: grande impegno e notevole carica agonistica dei giocatori in campo, tifo acceso e passione sugli spalti. Alla fine l’ha spuntata la favorita della vigilia, che nei 60′ di gioco ha dimostrato di avere qualcosa in più; i rossoblù hanno dovuto tuttavia sudare le classiche sette camicie per aver ragione di un avversario valido e capace di rimanere in partita per quasi tutto il match.

Al veemente inizio dei padroni di casa, che mostravano un buon approccio alla partita (2-0 al 3°), gli ospiti rispondevano con le bordate del serbo Filic e la velocità del giovane Deda; dopo 10′ il punteggio era di 6-5, a testimonianza dell’equilibrio che regnava in campo. A quel punto i fondani operavano la prima accelerazione del match, con un parziale di 3-0 che li portava sul 9-5 al 13°. Giochi fatti? Decisamente no! Gli ospiti reagivano con decisione e in poco meno di 6′ piazzavano un parziale di 5-0 che li portava a condurre per la prima volta nell’incontro: 9-10 al 19° con la rete dell’ex Panariello. I gaetani restavano avanti fino al 12-13 del 26°, quando i rossoblù serravano le maglie difensive e con un nuovo break di 3-0 chiudevano il primo tempo sul 15-13. La ripresa vedeva sempre avanti i padroni di casa, capaci di costruire poco alla volta un discreto vantaggio che arrivava a cinque lunghezze al 15° sul 23-18, grazie anche alle parate di un ottimo Mastroscianni. Gli ospiti avevano però il merito di non mollare mai e, complice diverse disattenzioni dei padroni di casa e qualche decisione arbitrale discutibile, tenevano viva la partita: al 26° si riportavano sul -2 (25-23), ma a poco più di 2′ dal termine era un ispirato Gianluigi Di Cicco a chiudere la contesa siglando la rete del 27-24. Filic era l’ultimo ad arrendersi e nei 60″ finali realizzava le due reti che fissavano il punteggio sul 27-26 che chiudeva i giochi. Soddisfatto, ma non troppo, a fine partita il tecnico rossoblù De Santis: “Abbiamo disputato una buona gara, contro un avversario che ha mostrato in pieno il suo valore, ai quali faccio i miei complimenti; i ragazzi, come sempre, hanno sentito il clima del derby, e la voglia di far bene li ha portati a compiere qualche errore di troppo. Il rammarico è quello di non aver chiuso prima la partita: una squadra che punta in alto, come la nostra, non può permettersi amnesie come quelle che hanno consentito al Gaeta di rientrare più volte”. L’allenatore fondano ha comunque notato progressi nella sua squadra: “Stiamo crescendo, nonostante qualche errore di troppo; i miei atleti si stanno impegnando molto e i risultati iniziano a vedersi”.

 

HC Banca Popolare di Fondi – Lupo Rocco S.p.A. Gaeta   27-26   (P.T. 15-13)

Fondi: Conte 3, D’Angelis, D’Ettorre 3, D. Di Cicco, G. Di Cicco 6, S. Di Manno 6, G. Di Manno 3, Di Palma, Markovic 3, Mastroscianni, Muffini, Pestillo 2, Pinto, Pisani 1. All. Giacinto De Santis.

Gaeta: Medina, Cienza, Filic 13, Ponticella, Marciano 3, Onelli, Panariello 3, La Monica, Lodato, Florio, Antetomaso 2, Bufoli 1, Ciccolella, Deda 4. All. Damiano Macera.

Arbitri: Chiarello – Pagaria

 

 

 

Visite: 451

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI