Palermo “UNA SERA ALLA MENSA DI NINO ‘U PELLEGRINO”: IL “BALLERINO” E ITIMED INSIEME PER SALVARE GLI AFFRESCHI DI SANTA CRISTINA

“UNA SERA ALLA MENSA DI NINO ‘U PELLEGRINO”:
IL “BALLERINO” E ITIMED INSIEME PER SALVARE GLI AFFRESCHI DI SANTA CRISTINA

23 dicembre 2017

Un evento unico, che vedrà protagonista Nino ‘u Ballerino con il suo inconfondibile street food, a servizio di una causa nobile : la campagna di raccolta fondi “Gli affreschi di Santa Cristina, un gioiello da salvare a Palermo”.
Giovedì 28 dicembre a partire dalle 19:30 fino alle 23:00, il celeberrimo meusaro palermitano proporrà le specialità che lo hanno reso noto in tutto il mondo , presso il Cortile dei Pellegrini, traversa di via Matteo Bonello, luogo ricco di fascino e storia a pochi passi dalla Cattedrale: qui si trova la Chiesa di Santa Cristina La Vetere, che ospita al proprio interno gli affreschi per i quali l’associazione culturale Itinerari del Mediterraneo ha organizzato la raccolta dei fondi.
“Ho accettato con gioia l’invito di Antonella Italia e Gabriella Di Maria dell’associazione Itinerari del Mediterraneo – spiega Nino – perché, da palermitano, desidero che l’immenso patrimonio artistico e culturale che caratterizza la nostra amatissima città possa essere custodito e valorizzato; sono inoltre un credente, e il richiamo dei Santi Pietro e Paolo , le cui figure compaiono negli affreschi da salvare, è per me molto forte”.
Per una sera, dunque, Nino indosserà le inconsuete vesti di “pellegrino” : tra un panino con la milza, le panelle e le crocché, si contribuirà a raccogliere fondi che verranno devoluti all’opera di restauro delle opere; ad accompagnare il delizioso cibo di strada sarà il vino “Donnatà” prodotto dall’azienda vitivinicola Alessandro di Camporeale, altra realtà made in Sicily che ha varcato i confini isolani grazie alla qualità eccellente.
Uno dei momenti più emozionati della serata sarà rappresentato dalla presentazione al pubblico, in anteprima assoluta, del quadro realizzato dall’eclettico artista siciliano Sebastiano Caracozzo in onore di Santa Cristina, opera pregiata che l’autore ha deciso di donare alla Chiesa normanna più antica di Palermo.
Attualmente, Santa Cristina La Vetere ospita “La mostra di Sebastiano Caracozzo : la pittura tra stoffe e broccati” che rimarrà visitabile fino al 7 gennaio prossimo; sarà inoltre possibile ammirare il suggestivo presepe vivente medievale animato da recital e canti a cura dei figuranti dell’associazione “TEMA” di Monreale.
Il contributo per la serata è di 10 euro per gli adulti e 5 per i bambini, e comprende la degustazione del cibo di strada e del vino , la visita della mostra di Caracozzo e lo spettacolo del presepe vivente medievale; il numero massimo di partecipanti è fissato per cento persone.
Chi volesse acquistare i biglietti, può farlo presso la libreria Macaione in via Marchese di Villabianca 102 a Palermo oppure tramite bonifico bancario sul conto corrente di ItiMed presso la Banca Credito Siciliano di via Siracusa 1/E con la causale “partecipazione all’evento “Una sera alla mensa di Nino ‘u Pellegrino”; l’ IBAN è IT54I0301904609000008260505.
Per informazioni è inoltre possibile chiamare il 348/3394617 oppure inviare una mail a info@itimed.org.

Visite: 221

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI