Palermo si presenta l’ultimo libro di Margherita Rimi

Palermo-La poetessa e neuropsichiatra infantile Margherita Rimi presenterà il suo nuovo libro dal titolo “Una lingua non basta. Contributi su poesia e infanzia” Edizioni People & Humanities, presso l’Orto Botanico di Palermo all’ interno della manifestazione Una Marina di Libri, tra i maggiori appuntamenti letterari del sud Italia.
Una marina di Libri, infatti, ha conquistato un posto centrale nel panorama culturale italiano ospitando negli anni, migliaia di visitatori – 30.000 nell’ultima edizione – più di 130 case editrici da tutta Italia, scrittori nazionali e internazionali, musicisti, artisti e operatori culturali di grande fama, configurandosi come vera e propria festa della lettura e della parola.
Margherita Rimi, vincitrice del Premio Piersanti Mattarella per la poesia 2017, con il libro Nomi di cosa-Nomi di persona, risvolto di copertina di Amedeo Anelli, Venezia, Marsilio, 2015, svolge da anni una intensa attività di prima linea per la cura e la tutela dell’infanzia e dell’adolescenza, lavorando in particolare contro le violenze e gli abusi sui minori e a favore dei bambini portatori di handicap. Autrice di numerose sillogi poetiche tra cui La cura degli assenti, prefazione di Maurizio Cucchi, Faloppio, Lietocolle, 2007; Era Farsi Autoantologia 1974-2011, prefazione di Daniela Marcheschi, Venezia, Marsilio, 2012 e La civiltà dei bambini. Undici poesie inedite, e una intervista, a cura di Alessando Viti, Libreria Ticinum Editore, 2015 e vincitrice di premi e riconoscimenti tra cui il Premio Città di Sassari alla carriera nel 2014; nel 2016 ha ricevuto un riconoscimento dall’Unicef Italia; nel 2017, insieme con Letizia Battaglia, il Premio DilloInSintesi, è tra le esponenti più importanti della poesia nazionale contemporanea.
Attraverso “Una lingua non basta. Contributi su poesia e infanzia” Edizioni People & Humanities, 2018 interviste a cura di Maria Giuseppina Terrasi, Margherita Rimi ci proietta nella sua dimensione poetica in cui due mondi coesistono in un perfetto equilibrio: Arte e Scienza che cooperano al servizio della “verità”. La sua è una missione che si esprime in versi per far risuonare eloquente il canto di animi indifesi. «Una lingua da sola non basta» sottolinea la poetessa in diverse interviste e ad assaporando la sua poesia si ha proprio questa sensazione: a rendere le dimensioni profonde dell’essere concorrono lingue, linguaggi ma anche silenzi. L’autenticità funge da faro di una scrittura che affiora da un background medico-scientifico e da una vocazione letteraria autentica.
Appuntamento il 10 giugno 2018 ore 16.30, presso l’Orto Botanico di Palermo- al Paride, via Lincoln 2, per la presentazione del libro
“Una lingua non basta. Contributi su poesia e infanzia” di Margherita Rimi, Edizioni People & Humanities ,2018.
Interverranno Antonino Cangemi-Dirigente alla Regione Siciliana e saggista,Rosaria Nardello-Dirigente medico universitario e docente di Neuropsichiatria infantile, Maria Giuseppina Terrasi-Curatrice del volume. Modera: Mauro Buscemi-Direttore Edizioni People & Humanities
Sarà presente l’autrice.
Biografia
Margherita Rimi è nata a Prizzi (PA) e risiede in provincia di Agrigento. Poetessa, medico e neuropsichiatra infantile, svolge da anni una intensa attività di prima linea per la cura e la tutela dell’infanzia e dell’adolescenza, lavorando in particolare contro le violenze e gli abusi sui minori e a favore dei bambini portatori di handicap.
Fa parte della redazione delle riviste «Quaderni di Arenaria» e «FuoriAsse». Collabora alle attività della Fondazione Antonio Presti-Fiumara d’Arte – La Piramide e a varie riviste italiane di poesia: «L’immaginazione», «Poesia», «Il Segnale», «La Mosca». È consulente culturale del Premio Telamone di Agrigento; e componente della Commissione “Medicina e Cultura” presso l’Ordine dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Agrigento. Tra le sue Raccolte di versi sono da segnalare: Per non inventarmi, prefazione di Marilena Renda, Castelvetrano-Palermo, Kepos, 2002 (Premio Speciale Cesare Pavese, sezione AMSI, 2003); La cura degli assenti, prefazione di Maurizio Cucchi, Faloppio, Lietocolle, 2007; Era Farsi Autoantologia 1974-2011, prefazione di Daniela Marcheschi, Venezia, Marsilio, 2012 (Premio Laurentum, 2012 e Premio Brancati Zafferana-segnalazione speciale “Stefano Giovanardi”, 2013); Nomi di cosa-Nomi di persona, risvolto di copertina di Amedeo Anelli, Venezia, Marsilio, 2015 (Premio Piersanti Mattarella, 2017). Sua anche La civiltà dei bambini. Undici poesie inedite, e una intervista, a cura di Alessando Viti, Voghera (PV), Libreria Ticinum Editore-CISESG, 2015 (risvolto di copertina di Chiara Tommasi). E’ presente in alcune antologie italiane e straniere fra le quali: Antologia di poeti contemporanei -Tradizioni e innovazione in Italia, a cura di Daniela Marcheschi, Milano, Mursia, 2016; In corp de val, a cura di Eliza Macadan, Romania, Eikon, 2017; Mille anni di poesia religiosa italiana, a cura di Daniela Marcheschi, Bologna, EDB, 2017.
Nel 2014 le è stato conferito il Premio Città di Sassari alla carriera; nel 2016 ha ricevuto un riconoscimento dall’Unicef Italia; nel 2017, insieme con Letizia Battaglia, il Premio DilloInSintesi; e, ancora, nel 2017, il Premio Piersanti Mattarella per la poesia.      

Visite: 201

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI