Palermo diventa internazionale con il festival dello Swing

Palermo diventa internazionale con il festival dello Swing
Ballo, musica e passione animano strade e palazzi del centro storico
Oltre 200 ballerini tra appassionati ed esperti accompagnati da maestri di tutto il mondo

A tutto swing. Il conto alla rovescia è iniziato per uno degli eventi internazionali più attesi dell’anno a Palermo. Maestri da tutto il mondo stanno per arrivare nel capoluogo siciliano per ballare, insegnare e trasmettere la passione del ballo della New York degli anni Venti-Quaranta del secolo scorso. Il “Palermo The Swing Godfathers Festival” prenderà il via giovedì 31 maggio e chiuderà i battenti il 3 giugno.
Grandi maestri e band d’eccezione della scena swing internazionale, per vivere una vacanza in Sicilia a tutto swing.

L’evento, organizzato da Swing and Shot (associazione culturale di Palermo, che da anni si impegna nella promozione e nella divulgazione della cultura swing alle nuove generazioni attraverso corsi di ballo Lindy Hop, eventi privati, social dance e festival), in collaborazione con Palermo IS, Cialoma Eventi e col patrocinio di Confartigianato Turismo e Spettacolo, porterà in città una ventata di ritmo, musica ed emozioni.

Il programma è fittissimo. Lezioni pomeridiane e serate di gala accompagneranno principianti, appassionati ed esperti dal 31 maggio al 3 giugno senza sosta. Non mancheranno esibizioni pubbliche come la Marching Swing per le vie del centro storico, o ancora le “Clandestine”, improvvisazioni di balli in piazza.

“Siamo felici di essere riusciti a far diventare realtà anche la terza edizione consecutiva del festival internazionale dello Swing – dice Daniele Savarino, direttore artistico dell’evento insieme a Claudia Funaro –. Nella nostra città, la comunità dello swing è in continua crescita. Quest’anno saranno con noi maestri di calibro internazionale e per la prima volta parteciperà all’evento la band palermitana Jumpin’up, composta da otto elementi, famosa per essere sempre presente negli appuntamenti internazionali più famosi di swing. Tra i partecipanti ci saranno inoltre, ospiti dell’organizzazione, Tanja Ferčej e Michael Hourihan,
vincitori del Vintage Swing Festival, che si è tenuto lo scorso novembre in Slovenia. Avranno l’opportunità di seguire tutte le lezioni pomeridiane e di partecipare alle serate di gala”.

Tra le novità di questa terza edizione, le lezioni di Balboa oltre alle immancabili di Lindy Hop. Lo stile Balboa sarà affidato ai maestri Marcus Koch e Bärbl Kaufer (in arrivo dalla Germania). E ancora, nei panni dei maestri di Lindy Hop, Jb Mino (Francia), Daria Chupyrkina (Russia), Manuel Micheli (Italia) e Jenny Thomas (Inghilterra), oltre a Daniele Daniele Savarino e Claudia Funaro.

“Lo swing – dice Claudia Funaro, ballerina di salsa per 20 anni e da 4 anni catapultata nel mondo dello swing – è un ballo terapeutico, social. Permette proprio di socializzare e conoscere tante persone in un clima di divertimento, sorrisi e risate”.

Importante per il festival il patrocinio di Confartigianato Turismo e Spettacolo. “Un patrocinio – sottolinea orgoglioso il presidente Davide Morici – che non vuol essere solo un logo nelle locandine, ma un vero e proprio contributo all’iniziativa. L’arte diventa evento e quindi un’opportunità per portare risorse al territorio attraverso la musica, gli spettacoli di alto livello. Dove c’è Confartigianato Turismo e Spettacolo, ci sono gli Artigiani della Cultura”.

Il festival internazionale dello swing è stato organizzato con la collaborazione di Palermo IS e Cialoma Eventi. “Appuntamenti di questa levatura – dice Laura Arcilesi, responsabile di Palermo IS – sono per la nostra città un’opportunità di crescita dal punto di vista turistico e dell’accoglienza. Arrivano a Palermo appassionati da tutto il mondo e il circuito della ricettività è in fermento”.

I corsi saranno suddivisi per livelli in tre location differenti. Il corso base si svolgerà al Real Teatro Santa Cecilia, che ospiterà anche le due serate di gala di venerdì 1 e sabato 2 giugno.
Il corso intermedio avrà come scenario il Ridotto dello Spasimo. Mentre le lezioni per il corso avanzato sono in programma a Palazzo Asmundo, di fronte alla Cattedrale. È il corso in cui c’è un maggiore numero di iscritti di ballerini stranieri. “Ci piace – dice Daniele Savarino – sponsorizzare e far vivere la nostra città. In un anno così importante per la città di Palermo, animare il centro storico con centinaia di ballerini, farli danzare ed emozionare di fronte alla Cattedrale, accompagnarli a ritmo di swing tra le vie della nostra città, è motivo di orgoglio non indifferente”.

Un festival di formazione, di energia. Un festival social dance, tra workshop, lezioni e serate di gala. Un’opportunità anche per chi non ha mai ballato Lindy Hop o Balboa. Un’occasione per entrare in contatto con un mondo dal sapore rétro e ascoltare musica di qualità, con grandi professionisti.

Per info e prezzi, è possibile contattare Lorenzo Di Domenico, al numero 320.0270317. oppure inviare una mail all’indirizzo di posta elettronica swingandshotpalermo@gmail.com
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/palermoswing
Twitter: @swingshot_pa
Instagram: swing_and_shot_pa
IL PROGRAMMA
Si inizia giovedì 31 maggio con un opening in programma alle Terrazze Martini, al mercato Exclesior, in via Cavour.

Da venerdì 1 giugno si entra nel vivo del festival. Alle 11 apertura del check del festival al Real Teatro Santa Cecilia. Alle 14 accoglienza e presentazione di maestri e allievi. Le lezioni avranno inizio alle 16 e si concluderanno alle 19,30.
Prima della serata di gala, è in programma una Marching Swing, una passeggiata a ritmo di swing, che prenderà il via dal Teatro Massimo per concludersi al Real Teatro Santa Cecilia, dove si svolgerà la prima serata di gala dell’evento internazionale. Alle 22,30 infatti è in programma la Social Dance Party di apertura festival/party start festival live “Lucrezia Small Band” / “Swing Out Competition”. Band romana, nata nel 2015 dalla collaborazione tra musicisti e ballerini di Lindy Hop.

Sabato 2 giugno, dalle ore 15 alle 19,30 sono in programma le lezioni. Alle 22.30, Social Dance Party and Live Music “Jumpin’up”, swing band siciliana di livello internazionale, che esplora e riscopre la musicalità e la carica del jive e lo swing degli anni d’oro. Compongono la band, la voce di Tony Marino, la chitarra jump-blues di Giuseppe Montalbano, lo shuffle-swing di Peppe Falzone alla batteria, il cadenzato “walking” del contrabbasso di Andrea Di Fiore ed il boogie woogie del pianista Giuseppe Vasapolli, supportati dal sax tenore di Carmelo Sacco, dal sax baritono di Michele Mazzola e dalla tromba di Nicola Genualdi, in una miscela particolare, derivante dalle storiche combo-band americane degli anni ‘40 e ‘50.

Domenica 3 giugno, lezioni dalle 12 alle 17,30 con una pausa di un’ora dalle 13,30 alle 14,30. Alle 18, Swing Flash Mob al teatro Santa Cecilia. Check out del festival, alle 21, Social Dance Party, aperitivo and live music alla birroteca Spillo (via Cortile di San Giovanni degli Eremiti 2). Ci saranno gli Swing Daddies, band che segue la tradizione dello swing e del jive italo-americano degli anni ’40 e ’50.

I MAESTRI / LE SCHEDE

DANIELE SAVARINO/CLAUDIA FUNARO
Claudia Funaro e Daniele Savarino godono di un ventennio di esperienza sportiva e artistica. Da danzatori professionisti, nel 2013 decidono di approfondire lo studio del Lindy Hop e cominciano a divulgare la cultura swing nella città di Palermo. Organizzano tre edizioni del festival internazionale di swing e realizzano diversi spettacoli teatrali a tema, creando una solida realtà swing nella scena del capoluogo siciliano grazie ad un numero sempre crescente di allievi che seguono la scuola di danze swing da loro condotta.

MARCUS KOCH/BÄRBL KAUFER
Marcus e Bärbl danzano e insegnano insieme dal 1991. Il loro insegnamento, le loro performance, i video esplicativi, la routine del Killer Boogie e il famoso evento “Rock That Swing” hanno contribuito enormemente allo sviluppo della comunità che gravita attorno allo Swing e hanno influenzato migliaia di ballerini in tutto il mondo.
Il loro viaggio è iniziato con il Boogie Woogie. Oggi Marcus e Bärbl sono d’ispirazione un po’ per tutti gli stili Swing, dal Boogie Woogie all’Hollywood and Savoy Style Lindy Hop, Collegiate Shag, Balboa, Charleston, Vernacular Jazz e the Big Apple.
La passione di imparare e di farsi ispirare dai ballerini della vecchia scuola li ha portati a un viaggio- avventura di 4 anni attraverso gli Stati Uniti. Hanno avuto la fortuna di incontrare e di lavorare assieme a ballerini storici come Frankie Manning, Norma Miller, Jean Veloz, Ray Hirsch, Gil Bradey, Ann e John Mills, Freda Angela, Willie Desatoff, Hal Takier, Bart Bartolo, Irene Thomas, Betty Wood e molti altri.
Nel corso delle loro partecipazioni a gare e tornei hanno ottenuto numerosi riconoscimenti a livello nazionale, degli Stati Uniti e mondiale nell’ambito del Boogie Woogie, Lindy Hop, Balboa e Shag. Il loro impegno è stato riconosciuto due volte a livello internazionale con la vittoria del prestigioso US Feather Award (nel 1996 come Most Outstanding Swing Dancer e nel 1997 Most Outstanding Swing Dancer Outside Of The USA), il German Dance Teachers Award nel 2002 e recentemente, nel giugno del 2017, il Frankie Manning Award.
Da 14 anni Bärbl e Marcus organizzano il Munich Balboa and Shag Weekend e il festival Rock That Swing festival, ben noto a livello internazionale e che è diventato il più grande raduno mondiale di tutti coloro che sono appassionati dei balli e delle musiche tipiche degli anni dai ’20 ai ’50.

JB MINO
Jb Mino è di La Roche sur Foron, dove è cresciuto. All’età di 17 anni scopre la danza e incontra Tatiana dove impareranno insieme il ballo in coppia, in particolare il Lindy Hop.
Inizia lo swing con Andy Spitz a Lione e un anno dopo incontra Thomas Blacharz, fondatore dello SwingJammerz.
Questo incontro ha cambiato la sua vita perché decide di trasferirsi a Montpellier per imparare il Lindy Hop e come insegnare. Formata da Ninjammerz tra gli altri, è in grado di dare uno stile dinamico e di comprendere cosa significa vincere competizioni in ogni parte d’Europa.
Il suo insegnamento si basa sulla conduzione (lead), sul seguire (follow) e sulla tecnica. Ora dirige l’associazione SwingJammerz. e organizza workshop a Montpellier.

DARIA CHUPYRKINA
Daria Chupyrkina è una delle più talentuose ballerine russe di swing. Ha iniziato la sua carriera alla tenera età di 7 anni studiando coreografia, jazz moderno, tap dance e recitazione e canto all’interno di una scuola per musicisti.
Ha scoperto il Boogie Woogie nel 2007 e il Lindy Hop qualche anno dopo.
Da quando ha compiuto 18 anni nel 2009, Daria è già riuscita a vincere numerose competizioni di alto livello sia in Russia che nel resto del mondo.
Durante le attività di classe è solita porre l’accento su energia, ritmi e direzione dei movimenti del corpo.

MANUEL MICHELI
Manuel Micheli inizia a ballare all’età di tre anni grazie agli insegnamenti del maestro Traiano Bonini. Passa la sua infanzia nelle sale da ballo italiane, vincendo già numerose gare, negli stili delle Danze Standard e Latino-Americani. Intorno ai 12 anni inizia lo studio della Danza Classica presso l’Accademia di Balletto Classico di Liliana Cosi e Marinel Stefanesku, fino ad arrivare nel 2005 a far parte della Scuola del Teatro dell’Opera di Roma.
Manuel lavorerà notevolmente nell’ambito del balletto classico. Tra i ruoli maggiormente degni di nota vi sono la partecipazione come ballerino solista nel ruolo del Paggio nel Balletto Cenerentola, prodotto da Rossana Raducci, insieme all’etoile internazionale Alessandro Molin ed all’etoile del Teatro dell’Opera Laura Comi, come Ballerino Solista nel balletto Omaggio a Fred Astair e Ginger Roger per la Compagnia Nazionale Raffaele Paganini, e come componente del Corpo di Ballo per il Teatro Massimo di Palermo.
Manuel si avvicina al mondo delle Danze Jazz nel 2008, iniziando lo studio insieme ai migliori insegnanti italiani, quali i campioni del mondo Vincenzo Fesi ed Isabella Gregorio, e Matteo De Stefano. Entra a far parte del Gruppo Spettacolo di Vincenzo Fesi Flying Alligators nel 2010. Sempre nel 2010 decide di trasferirsi stabilmente a Roma per aprire la scuola Swing Cats e continua instancabilmente la sua formazione e aggiornamento prendendo lezioni dai più̀ rinomati insegnanti internazionali e partecipando a numerosi festival italiani e internazionali.
Sono numerose le gare a cui partecipa (per esempio, nell’ottobre 2015 è Quinto Classificato al Contest Europeo di Slow Swing and Blues Couples presso l’European Swing Dance Chanmpionship UK; agosto 2015: Sesto Classificato al Contest Modiale di Authentic Jazz e Charleston presso l’International Lindy Hop Championship di Washington, USA), facendosi notare per la qualità di movimento, tecnica ed espressività, tanto da ricevere numerosi consensi da vari maestri internazionali. Viene chiamato ad insegnare in Italia e in Europa all’estero, in qualità di insegnante ospite presso camp e festival internazionali.
Viene ingaggiato per il programma televisivo della Rai Ballando con le Stelle in qualità di maestro coreografo di Charleston e Boogie Woogie per la stagione del 2010, 2011 e 2012, e come ospite alla trasmissione televisiva come Alle Falde del Kilimangiaro di Licia Colò alla presenza di Renzo Arbore. Nel 2012 collabora come ballerino e coreografo nel tour canadese di Paolo Belli in Canada per il Paolo Belli Show.
Nel frattempo la sua Scuola romana Swing Cats si ingrandisce occupando diverse sedi in differenti quartieri della città e si espande anche in altre regioni, fino a Terni e Palermo, aiutando la creazione di nuove scene di ballo per favorire la diffusione delle danze jazz ed in particolare del Lindy Hop.

JENNY THOMAS
Con 30 anni di esperienza di danza professionale, Jenny ha lavorato in quasi tutti i generi di danza. Da Classical Ballet, Tap e Musical Theatre fino ad ora uno dei migliori specialisti del mondo in Swing, Lindy Hop, Charleston e Authentic Jazz Dances degli anni ’20, ’30 e ’40. In questi anni di Strictly Come Dancing (programma televisivo britannico in onda dal 2004 su BBC One, che consiste in una competizione di ballo in cui una celebrità viene affiancata ad un ballerino o ad una ballerina professionista) ha coreografato undici routine Charleston e Salsa tra cui i soldatini vincenti Charleston per Katya Jones e Joe McFadden. Alcune delle sue passate attività̀ memorabili includono Oti Mabusi e Danny Mac “Puttin On The Ritz” Charleston, Ed Ball’s e Katya Jones “Gangnam Style” Salsa, e molti altri. Adesso è possibile vedere alcune sue coreografie Lindy nei cinema del Regno Unito, nel tour “Dance To The Music” con Kristina Rianoff e Robin Windsor. Jenny viaggia anche in tutto il mondo per insegnare Lindy Hop, Charleston e Authentic Jazz Masterclasses in molti dei più̀ grandi eventi internazionali di danza swing nel mondo.

LA STORIA
Nell’ambito musicale, lo swing nasce negli anni Venti e diviene un genere definito nel 1935 negli Stati Uniti. Si distingue per un caratteristico movimento della sezione ritmica e per un tipo di esecuzione delle note con un ritmo “dondolante”, appunto “swing” in inglese, accostato spesso da balli frenetici, tra i più famosi il Lindy Hop.
Nell’epoca della musica swing il Lindy Hop è stato un vero fenomeno di massa. Centinaia di ballerini senza discriminazione di razza affollavano le ballroom americane dove si esibivano le grandi orchestre swing. Il Lindy Hop è stato negli anni Trenta e quaranta del secolo scorso un vero esempio di integrazione culturale tra bianchi e neri ed insieme allo swing fu il primo fenomeno sociale trasversale nella storia degli Stati Uniti.

Visite: 171

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI