Palermo all’Istituto Arrupe si presenta il libro sul dialogo interreligioso “La via del dialogo”

PRESENTAZIONE PRESSO L’ISTITUTO ARRUPE DOMANI 19 APRILE 2017 DEL LIBRO SUL DIALOGO INTERRELIGIOSO “LA VIA DEL DIALOGO”, CON LA PARTECIPAZIONE DELL’IMAM JEAN ABD AL-WADOUD GOURAUD, DIRETTORE DELL’ISTITUTO AN-NOUR DELLA GRANDE MOSCHEA DI CERGY, PARIGI, MEMBRO DELL’INSTITUT DES HAUTES ETUDES ISLAMIQUES.

Dal Corano – Sura V – versetto 48
“E a te abbiamo rivelato il Libro secondo Verità, a conferma delle Scritture rivelate prima e a loro protezione. Giudica dunque tra loro secondo quel che Dio ha rivelato e non seguire i loro desideri preferendoli alla verità che ti è giunta. A ognuno di voi abbiamo assegnato un rito e una via , ma se Dio avesse voluto, avrebbe fatto di voi un’unica comunità, e se non lo ha fatto, è per mettervi alla prova in quel che vi ha donato. Gareggiate dunque nelle opere buone, chè tutti farete ritorno a Dio, e allora egli vi informerà di quelle cose per le quali ora siete in discordia.”

Verrà presentato il giorno 19 aprile alle ore 17,30, presso la sede dell’Istituto Arrupe di via Franz Lehar 6, il libro “La Via del Dialogo”, della collana Punti d’Incontro Edizioni Messaggero Padova.
Il libro, con una introduzione del Cardinal Ravasi, contiene interessanti riflessioni sul versetto 48 della Sura V del Corano di vari autori, laici o esponenti delle religioni monoteiste: Ada FONZI, già docente di psicologia presso le Università di Cagliari, Torino e Firenze, Jean Abd al-Wadoud GOURAUD, direttore dell’Istituto An-Nour della Grande Moschea di Cergy, Parigi, membro dell’Institut des Hautes Etudes Islamiques; Gabriel HAGGAÏ, rabbino ortodosso sefardita, paleografo, filologo e linguista ricercatore presso l’École Pratique des Hautes Études, Sorbonne, Parigi; Carlo SACCONE, già docente di islamistica, islamologia e storia dei paesi islamici presso le Università di Trento e Padova, docente di lingua e letteratura persiana e di storia del pensiero islamico presso l’Università di Bologna.
All’evento, moderato da Simona la Placa, Vice-Presidente del Centro Astalli Palermo, interverranno uno degli autori, l’Imam Abd al-Wadoud Gouraud della Grande Moschea di Cergy (Parigi), la direttrice dell’Istituto Arrupe, Nicoletta Purpura, e la docente dell’Istituto Siciliano di Studi Ebraici Luciana Pepi.
Il testo, che parte dalla riflessione interreligiosa su un brano del Corano (V, 48), cerca di intessere un confronto costante fra le tre grandi religioni monoteiste di origine abramitica, nel segno del rispetto reciproco verso le specifiche identità, e conferma il messaggio coranico di universalismo e pluralismo religioso secondo cui l’Islam è una religione che afferma la pace e rispetta e tutela in particolare le religioni cristiana ed ebraica, malgrado i fraintendimenti di alcuni critici e alcuni fedeli.

Visite: 213

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI