Ospedale Umberto I Enna: Giornata Mondiale della Prematurità L’UTIN riceve il Gogòl

Giornata Mondiale della Prematurità

L’UTIN riceve il Gogòl

L’UTIN (Unità Operativa di Terapia Intensiva Neonatale) dell’Ospedale Umberto I di Enna viene premiata con il Sorriso

Il 18 novembre 2019, in occasione della “Giornata della Prematurità” l’UTIN ha ricevuto il Gogòl dalle mani dell’Ambasciatrice del Sorriso Francesca Incudine, cantautrice ennese.

Si è tenuta, il 18 novembre 2019, presso la Sala Convegni dell’Ospedale Umberto I di Enna, la “Giornata della Prematurità”, organizzata dall’Unità Operativa di Terapia Intensiva, per festeggiare il gran lavoro svolto dal reparto alla presenza del Direttore Generale ASP, dr. Francesco Iudica, il Direttore Sanitario, dr. Emanuele Cassarà, la dr.ssa Loredana Disimone, Direttore del Dipartimento Materno Infantile, la dr.ssa Sabrina Morreale, Direttore F.F UOC TIN – Neonatologia, la dr.ssa Oriana Ristagno, presidente dell’ordine provinciale delle ostetriche di Enna, il Vescovo di Piazza Armerina, Mons. Rosario Gisana e tutte le famiglie con i bimbi che per una fase della loro vita hanno conosciuto la realtà dell’UTIN.

In occasione dell’evento è stato consegnato il Gogòl n. 2749 all’UTIN (Unità Operativa di Terapia Intensiva Neonatale). A consegnarlo l’Ambasciatrice del Sorriso Francesca Incudine, nota cantautrice ennese, un’eccellenza del territorio, che ha ricevuto numerosi riconoscimenti nazionali tra i quali, la Targa Tenco 2018 come miglior Album in dialetto ed il Premio Bianca D’Aponte per cantautrici.

Il Gogòl è stato consegnato nelle mani della dr.ssa Sabrina Morreale, direttore F.F UOC TIN – Neonatologia, con la seguente motivazione: “a chi fa del Sorriso speranza, cura, abbraccio. A tutti coloro che lavorano in questo reparto perché facciano il loro lavoro con passione e gratitudine, gratitudine alla vita che viene a visitare ogni giorno il nostro cuore”.

“Il Gogòl rappresenta un simbolo di speranza e di sorriso – ha raccontato Francesca Incudine – perché con il suo significato “vai che ce la fai” (Go gòl) ti permette di dire all’altro che ce la può fare, che può credere nella forza della vita e della gratitudine. Oggi mi trovo qui a rappresentare questo grande progetto che parte da Enna e abbraccia tutto il mondo. Spero che quello che Gogòl rappresenta possa essere qualcosa da cui partire, per mettere al centro l’uomo e le sue relazioni, generando entusiasmo”.

Subito dopo l’esibizione di Francesca Incudine che con la sua straordinaria voce ha intonato una commovente e toccante “Ninna Nanna in Re”, la consegna del Gogòl nella mani della dr.ssa Morreale che ha dedicato questo riconoscimento a tutti i bambini e le famiglie che hanno attraversato momenti di difficoltà ma che ce l’hanno fatta.

Da adesso in poi Gogòl, per l’occasione decorato dall’Associazione Smile di Scicli, sarà presente al reparto UTIN per ricordare a tutti che la vita deve essere vissuta con speranza, sorriso ed entusiasmo, non dimenticando mai che la vita è più forte della morte.

Al Direttore Generale dell’ASP Enna, dr. Francesco Iudica, è stato donato un esclusivo gadget a tema Gogòl realizzato da maestranze locali.

“La giornata ha avuto come protagoniste le mamme dei nostri prematuri super eroi che attraverso un video hanno testimoniato l’importanza dell’umanizzazione delle cure e con il loro contributo hanno reso gioiosa questa giornata”, queste le parole della presidente dell’Ordine Provinciale delle Ostetriche di Enna, dr.ssa Oriana Ristagno.

La mattinata si é conclusa con un rinfresco organizzato dalle mamme e dal personale della UTIN ,

Visite: 751

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI