Ordine degli Agronomi esorta istituzioni per la richiesta dello stato di calamità naturale per l’agricoltura

Richiesta dello stato di calamità naturale. E’ quello che invoca alle istituzioni interessate l’ordine provinciale degli Agronomi il cui presidente è Riccardo Perricone, La richiesta è motivata dal fatto che la Sicilia ed il territorio interno in particolare è stato investito da una violenta ondata di maltempo che sta creando e continua a creare danni e disagi. “Il violento temporale dei giorni scorsi – cita la nota – ha causato ingenti danni all’agricoltura ennese, in particolare tutti i comuni della provincia, battuti da una pioggia persistente, accompagnata da una intensa e duratura grandinata che hanno duramente compromesso le coltivazioni locali, in particolare tutti gli oliveti i frutteti gli ortaggi, oltre ai seminativi. In alcune aree la grandine è stata particolarmente violenta da staccare letteralmente i frutti dalle piante e danneggiare le strutture”. Da ciò l’immediata reazione dell’Ordine degli Agronomi di Enna, a tutela delle aziende agricole, anche se non è ancora possibile fare una stima dettagliata dei danni, di sicuro un evento catastrofico di tale portata non si registrava da tempo. Secondo l’associazione in alcune zone, la produzione dell’annata in corso risulta gravemente compromessa, inoltre nei danni sono coinvolte sia le recinzioni sommerse dalle frane sia le strutture. A causa del dilavamento, degli smottamenti e delle frane che hanno subìto i terreni non potranno essere coltivati con conseguenti ripercussioni nella futura annata agraria. “Facciamo appello alle istituzioni nazionali e regionali – conclude la nota nonché a tutte le Associazioni di categoria presenti nel territorio, affinché attivino misure urgenti a sostegno delle aziende agricole”.

Visite: 390

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI